Sabato 23 Gennaio 2016 - 17:45

Cesena batte Entella 2-0 e riprende la corsa playoff

I romagnoli a +3 in classifica dai liguri

Cesena - Virtus Entella

Il Cesena riprende la corsa playoff battendo e staccando in classifica l'Entella. I romagnoli fanno loro la sfida del 'Manuzzi', valida per la 23/a giornata di Serie B, vincendo 2-0. Bianconeri a segno una volta per tempo. Prima dell'intervallo è Ciano a firmare il vantaggio trasformando il rigore concesso per atterramento di Djuric ad opera di Iacobucci. Ma dieci minuti prima, l'Entella spreca l'occasione di portarsi avanti con Caputo che si fa ipnotizzare dal dischetto da Gomis. Penalty fischiato dall'arbitro La Penna dopo il contatto in area tra Costa Ferreira-Caldara. Proprio il difensore di casa si fa perdonare nella ripresa siglando il raddoppio dei romagnoli: tocco da distanza ravvicinata sugli sviluppi del corner di Ciano, 2-0 e risultato in cassaforte (9'). Anche se nei minuti finali i liguri potrebbero accorciare le distanze con Sestu e Caputo: ancora decisivo, in entrambe le occasioni, Gomis. Il Cesena sale a quota 34, a +3 dall'Entella.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Giro d’Italia U23: a Rubio la quinta tappa. Williams indossa la maglia rosa

Il colombiano chiude davanti al nuovo leader della generale e al kazako Natarov. Lontani gli italiani: Caiati, il migliore, è sedicesimo. Mercoledì la sesta giornata su LaPresse dalle 17:00

ENG, UEFA CL, Manchester City vs FC Liverpool

Da Guardiola 150mila euro per riparare la nave di Proactiva Open Arms

Un gesto importante per sostenere la ong catalana che si occupa di primo soccorso e salvataggi in mare

Calcio a 5, finali scudetto: l'Acqua&Sapone è campione d'Italia

Per gli abruzzesi è il primo tricolore. Battuta, dopo cinque partite e una serie intensissima, la Luparense detentrice del titolo. Sesto scudetto per Edgar Bertoni, che raggiunge Humberto Honorio, capitano dei veneti

Astori, secondo la nuova perizia il giocatore non è morto nel sonno, è stata 'tachiaritmia'

Forse il capitano della Fiorentina si sarebbe salvato se avesse condiviso la camera con qualcuno che poteva dare l'allarme