Giovedì 11 Maggio 2017 - 13:30

Guaiana: Sono in carcere non abbiamo avuto neanche l'acqua

"Si sta consumando crimine contro umanità", denuncia l'attivista fermato a Mosca

 Cecenia, Guaiana: Sono in carcere non abbiamo avuto neanche l'acqua

"Sto bene, sono in carcere, in una stanza con altri quattro attivisti russi e un poliziotto. Ogni tanto vengono a farci domande e chiedere documenti, in particolare a me per il visto. Non sappiamo cosa succederà adesso. Non abbiamo ancora mangiato, non ci hanno portato neanche un biacchiere d'acqua". Lo ha detto, al telefono con Rainews24, l'attivista Lgbt Yuri Guiana arrestato in Russia questa mattina.

"E' una cosa senza precedenti. In Cecenia gli omosessuali vengono torturati e uccisi. Questo potrebbe essere considerato un crimine contro l'umanità. Noi chiediamo che i cittadini russi abbiamo diritto di vivere in libertà e che questi crimini cessino immediatamente e lo chiediamo in maniera pacifica". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Torino, crollato un pezzo della scenografia della Turandot al Regio

Torino, cade pezzo di scenografia al Teatro Regio: feriti due coristi

L'incidente durante il secondo atto della Turandot

Fontane prese d'assalto dai turisti

Cambia il clima: gli ultimi tre anni tra i più caldi di sempre

Uno studio OMM. Anche il 2017 si colloca ai livelli degli altri due confermando una tendenza. Forte il riscaldamento Artico

Milano, presidio memoria lavoratori della Lamina

Milano, incidente sul lavoro in un'azienda: morto il quarto operaio

Era sopravvissuto ma è rimasto in condizioni critiche per giorni. Nella disgrazia hanno perso la vita altri tre colleghi: uno era il fratello

"Fate troppo chiasso": sacerdote picchia bimbi durante l'ora di catechismo

E' accaduto in una parrocchia di Dragona (Roma Sud). Il religioso è stato denunciato