Venerdì 12 Agosto 2016 - 14:00

Catturato il 'rapinatore mummia' terrore di farmacie e market

Per coprire i numerosi tatuaggi, il 43enne, prima di ogni colpo, si bendava il volto con le garze

Catturato il 'rapinatore mummia' terrore di farmacie e market

Arrestato dai carabinieri di Buccinasco (Milano) il 'rapinatore mummia'. I suoi obiettivi prediletti erano farmacie e supermercati. Si tratta di un 43enne italiano di Baggio: pregiudicato, aveva terminato da poco il periodo di affidamento e si recava nell'hinterland per accompagnare l'anziana madre a 'trovare' il marito defunto e seppellito, appunto, a Buccinasco. Mentre lei era al cimitero, lui andava a rapinare. Quando entrava in azione, sempre armato di coltello, era solito indossare una maglietta a maniche lunghe e bendarsi il volto con delle garze, prendendo la somiglianza di una mummia, per coprire i numerosi tatuaggi e credersi irriconoscibile.

Ad incastrarlo, però, è stato un paio di jeans con la vistosa lettera 'J' stampata sulla gamba, immortalata dalle telecamere di sorveglianza degli esercizi commerciali che rapinava. Sono tre i colpi accertati a Buccinasco: lo scorso 18 giugno e 4 luglio ai danni di farmacie, e il 30 giugno al supermercato Penny Market. L'automobile con cui si recava a Buccinasco, una Fiat di colore scuro, non era sua ma di un pregiudicato amico, denunciato a piede libero dai carabinieri per favoreggiamento.

I militari dell'Arma in borghese hanno cercato per settimane la vettura nel territorio comunale, sino a rintracciarla nel parcheggio del supermercato Lidl: dentro era seduta una donna, italiana di 34 anni, che fingeva di smanettare con il telefono cellulare, poi denunciata anche lei a piede libero per favoreggiamento. In realtà faceva il 'palo' al 43enne: l'uomo voleva rapinare il discount ma, appena ha riconosciuto i carabinieri, è risalito in macchina, ha schiacciato l'acceleratore ed è fuggito.

Abbandonata l'auto in strada, il 43enne ha continuato invano la fuga a piedi ed è stato bloccato dopo pochi metri dai militari. Nella vettura nascondeva un passamontagna e la polo a maniche lunghe, mente a casa i jeans con la 'J' su una gamba del pantalone e le stesse scarpe inquadrare dalle telecamere mentre, a giugno e luglio, svaligiava farmacie e supermercato di Buccinasco.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Marcello Forte visita la Casa Internazionale delle Donne a via della Lungara

Casa internazionale delle donne, Marcello Fonte: "Spazi come questo vanno difesi"

Il miglior attore a Cannes, insieme alle colleghe Trinca e Filippi, in supporto delle femministe a rischio sfratto dal Comune capitolino

Formigoni in tribunale

Caso Maugeri, accusa chiede condanna a 7 anni e 6 mesi per Formigoni

In primo grado l'ex governatore lombardo era stato condannato a 6 anni per corruzione

Farah è tornata in Italia, Alfano: "Adesso è in un luogo sicuro"

I genitori avevano condotto la ragazza pakistana a Islamabad per costringerla ad abortire