Martedì 28 Novembre 2017 - 08:30

Catania, gestione illecita dei rifiuti: in manette boss e imprenditori

Il blitz della Dia. Sedici arresti, tra cui esponenti dei clan Cappello e Laudani

Operazione DIA a Brescia

Sedici persone, tra cui imprenditori, funzionari amministrativi e boss dei clan Cappello e Laudani di Catania, sono stati arrestati perché coinvolti nella illecita gestione della raccolta dei rifiuti, nei comuni di Trecastagni, Misterbianco e Aci Catena, con diramazioni nella Sicilia Orientale.

Il blitz della Direzione investigativa antimafia di Catania, supportata dai Centri operativi di Palermo, Reggio Calabria, Caltanissetta e dalla Dia di Roma, nonché dalla Sezione operativa di Messina è scattato nella mattinata, su delega della Procura distrettuale della Repubblica di Catania. Sono state sequestrate inoltre le società per un valore complessivo di 30 milioni di euro circa.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere

Roma,Movimenti per la Casa contro lo spettacolo di Beppe Grillo al Teatro Flaiano

Coniugi uccisi a Viterbo: fermato il figlio a Ventimiglia

I corpi delle vittime erano stati trovati avvolti nel cellophane dall'altra figlia della coppia

Arrestato Igor, l'assassino spietato di Budrio: era in Spagna

Era ricercato da mesi. Fermato dopo un conflitto a fuoco in cui ha ucciso tre persone