Sabato 21 Ottobre 2017 - 22:00

Catalogna, Puigdemont: "Il peggior attacco dalla dittatura di Franco"

Dura la reazione del governatore dopo il commissariamento della regione

Quello del premier spagnolo Mariano Rajoy è il peggior attacco alla Catalogna dalla fine della dittatura di Francisco Franco. Così il governatore Puigdemont ha definito la decisione del governo spagnolo di applicare l'articolo 155 della Costituzione, che prevede il commissariamento di una regione autonoma, nel caso in cui agisca "in modo da minacciare l'intera nazione". L'articolo 155 dà anche a Madrid la possibilità di assumere "il controllo delle istituzioni politiche e amministrative della regione".

Puigdemont ha rilasciato una dichirazione ufficiale dal Palau de la Generalitat, dopo un pomeriggio di grandi manifestazioni a Barcellona  per chiedere l'indipendenza. Oltre 450mila persone hanno sfilato nel cuore della città. "La Catalogna è una nazione antica", ha rivendicato Puidgemont, che poi ha chiesto che il Parlament di Barcellona si riunisca la prossima settimana per esaminare "le misure da prendere" per rispondere a Madrid che sta tentando di "liquidare l'autogoverno". Il governatore catalano ha invitato i cittadini a difendere le istituzioni.

La presa di posizione di Rajoy, per Puidgemont, è "una porta in faccia" che pregiudica le possibilità di dialogo tra Barcellona e Madrid. Da parte del governo spagnolo "la risposta è sempre stata silenzio e repressione. Non possiamo accettare questo attacco. Un atteggiamento fuori dallo stato di diritto e infine una minaccia per tutto il popolo della Catalogna", ha concluso.

La folla, riunita in piazza Sant Jaume, ha risposto gridando "Llibertat, Llibertat".

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Macron alla Casa Bianca

Trump riceve Macron: dall'accordo sull'Iran all'elogio di Kim Jong-un

Conferenza stampa congiunta alla Casa Bianca. Il presidente francese: "Insieme combatteremo il terrorismo"

Spagna, Palma vieta affitto di appartamenti a turisti dopo proteste residenti

Il divieto dopo vari studi che hanno rivelato che solo 645 degli 11mila avvenivano con le adeguate licenze

Parigi, meeting annuale Vivendi 2018

Francia, Bolloré in stato di fermo per corruzione: avrebbe pagato tangenti in Africa

Il miliardario, primo azionista di Vivendi, sarebbe implicato in una vicenda legata a concessioni portuali in Togo e Guinea. Marina Berlusconi: "Lui come Attila. Arrogante e senza strategia"

A Toronto un furgone piomba sul marciapiede travolgendo i passanti

Strage a Toronto, furgone travolge pedoni: 10 morti. Arrestato autista 25enne incensurato

Il giovane al volante è piombato sul marciapiede della Yonge Street. Ancora da capire il movente