Martedì 05 Dicembre 2017 - 11:15

Catalogna, Corte Suprema ritira mandato d'arresto europeo per Puigdemont

Il provvedimento riguarda anche gli altri quattro ex ministri del suo governo. La decisione comunicata alle autorità belghe

Catalogna, Puigdemont dal Belgio lancia la campagna elettorale

La Corte suprema spagnola ha accettato di ritirare il mandato europeo di arresto spiccato contro l'ex presidente della Generalitat di Catalogna, Carles Puigdemont, e di altri quattro ex ministri del suo governo, ora in Belgio per opporsi all'estradizione in Spagna

. La decisione verrà ora comunicata alle autorità belghe, come confermato da fonti della Corte.

Secondo fonti giudiziarie, citate da La Vanguardia ed El Pais, resta invece valido il mandato d'arresto spagnolo: Puigdemont e gli altri quattro ex membri della Generalitat verranno arrestati quando varcheranno il confine del Paese.

Secondo il giudice Pablo Llarena il mandato d'arresto emesso dalla giudice Carmen Lamela dell'Audienca Nacional dovrebbe essere ritirato perché si sta indagando "su un reato di natura plurioggettiva dotato di un'unità giuridica inseparabile", che richiede una risposta unica per evitare di cadere in contraddizione. Vale a dire, ha spiegato il giudice, dopo l'emissione dei mandati d'arresto "è stato definito che i fatti avrebbero potuto essere perpetrati attraverso l'accordo di tutti gli indagati con un'unità giuridica inseparabile".

Paul Bekaert, avvocato fiammingo esperto di diritti umani che assiste l'ex presidente catalano, Carles Puigdemont e i quattro ex ministri del suo governo fuggiti in Belgio, ha fatto sapere di non aver ricevuto alcuna "notifica ufficiale" del ritiro del mandato d'arresto da parte delle autorità spagnole. "Non abbiamo alcuna decisione ufficiale, non abbiamo visto alcuna notifica. Finché non avremo i documenti non reagiremo", ha aggiunto.

Intanto, è stata rifiutata la cauzione all'ex vicepresidente della Catalogna Oriol Junqueras, all'ex membro del gabinetto Joaquim Forn e ai due leader dei gruppi civili ANC e Omnium Cultural, che stanno affrontando le accuse di sedizione. Lo ha deciso il tribunale supremo spagnolo. Stabilita, invece, una cauzione di 100mila euro per sei dei sette ministri attualmente detenuti.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Pentagono ammette l'esistenza di un programma per cercare gli Ufo

Da anni il programma 'segreto' indaga sulle segnalazioni di oggetti volanti non identificati

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, l'Onu lavora a bozza di risoluzione contro la mossa di Trump

Nel testo si evidenzia che qualsiasi decisione sullo status della città non ha alcun effetto legale

Sanità, Trump vieta la parole "transgender", "feto", "diritti" e "basato sulla scienza"

L'ordine riguarda i documenti ufficiali di bilancio del Center of Disease Control. Sette i termini cancellati. Imbarazzo e perplessità

AUT, 24. OSZE Ministerrat

Austria, Strache al governo con Kurz. Ministeri chiave a estrema destra

Il presidente austriaco ha dato luce verde alla formazione del nuovo esecutivo con la coalizione tra il Partito popolare (Övp) e gli ultranazionalisti del Partito liberale (FpÖ)