Giovedì 29 Dicembre 2016 - 17:30

Cassazione: Sì al licenziamento per aumentare il profitto

Legittimo sopprimere una funzione per far crescere la redditività

Cassazione: Sì al licenziamento per aumentare il profitto

Licenziamento per profitto. Questa la nuova e rivoluzionaria fattispecie di licenziamento riconosciuta, per la prima volta nel nostro ordinamento, da una recente sentenza della Corte di Cassazione (sentenza n. 25201 del 7 dicembre 2016), di cui dà notizia il quotidiano 'Italia Oggi'. Si tratta di un ampliamento di campo del licenziamento per giustificato motivo oggettivo che potrà ricorrere, adesso, non solo nei casi "straordinari" come le situazioni economiche sfavorevoli, ma anche in quelli "ordinari" in cui l'azienda decide di sopprimere una funzione per aumentare la redditività e quindi, in ultima istanza, il profitto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

BELGIUM-BRUSSELS-EU-MOSCOVICI-ECONOMY-RECOVERY

Moscovici: "Voto in Italia rischio politico per Ue". E smonta Di Maio: "Deficit oltre il 3% è controsenso"

Il commissario Ue commenta anche le parole di Fontana sulla "razza bianca a rischio": "Dichiarazioni scandalose"

Milano, dal Comune aiuti alimentari e pranzi solidali

Expo, chiesto rinvio a giudizio per Sala per abuso d'ufficio

Le accuse riguardano l'affidamento diretto della gara per la fornitura di seimila alberi alla Mantovani Spa

Nel 2017 l'inflazione torna positiva: crescita dell'1,2%. Carrello della spesa a +1,5%

Le rilevazioni dell'Istat. Rispetto al 2016, l'aumento dei prezzi pesa di più sulle famiglie con meno capacità spesa