Lunedì 24 Luglio 2017 - 13:00

Cassano, è vero addio: "Smetto di giocare. Prima viene la famiglia"

Un'altra giornata di ripensamenti. Sembrava dovesse lasciare solo il Verona. "Il tweet di mia moglie era sbagliato"

Sampdoria vs Empoli

"Non giocherò più a calcio". Arriva un'ulteriore precisazione di Antonio Cassano, dopo l'annuncio di divorzio con il Verona. In precedenza l'attaccante ha spiegato di non avere intenzione di appendere le scarpette al chiodo: "Semplicemente non me la sento di continuare con l'Hellas Verona" perché "non sono stimolato a continuare in questo club".

Il nuovo messaggio postato sui canali social della moglie, Carolina Marcialis, corregge il pensiero del giocatore: l'addio al calcio è definitivo. "Al contrario di quanto apparso sui profili social ufficiali di mia moglie, vorrei precisare quanto segue. Carolina ha sbagliato, dopo averci pensato e riflettuto alla fine ho deciso: Antonio Cassano non giocherà più a calcio", si legge. "Chiedo scusa alla città di Verona, a tutti i tifosi, al presidente Maurizio Setti, al direttore sportivo Filippo Fusco, all'allenatore Fabio Pecchia, ai miei compagni di squadra e allo staff medico e tecnico". "Per un uomo di 35 anni sono le motivazioni a dettare la vita, e in questo momento - aggiunge 'Fantantonio' - sento che la mia priorità è rappresentata dal fatto di stare vicino ai miei figli e a mia moglie".

Verona - E le modalità di questo "lungo addio" fanno arrabbiae la dirigenza del Verona: "Rimango, e rimaniamo, basiti per quanto appreso riguardo la presunta mancanza di stimoli di Cassano. Nel sottolineare che il calciatore è tuttora un tesserato gialloblù, voglio altresì ribadire che al Verona il gruppo viene prima del singolo e la maglia prima di qualsiasi calciatore". Così il presidente Maurizio Setti in esclusiva a hellasverona.it, riguardo la vicenda relativa ad Antonio Cassano. "Verona è una piazza storica e appassionata, che merita considerazione e rispetto. Per quanto ci riguarda, proseguiremo nel lavoro per rendere questa squadra in grado di poter lottare per il nostro obiettivo",

 

Loading the player...

Lo scorso martedì 'Fantantonio' aveva comunicato la sua decisione di lasciare la squadra, causa nostalgia per la famiglia lontana e le fatiche conseguenti ad un anno di attività. "Stavo per fare un'enorme c...ata" aveva detto e, subito dopo aveva fatto sapere che il suo impegno con il Verona era totale. Adesso, una nuova giravolta.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FIGC, Consiglio federale a Roma

Figc, un ticket con Gravina? Tommasi non lo esclude

Grandi manovre verso il voto del 29. Tutti cercano di evitare elezioni con tre candidati. Nicchi (arbitri): "In quel caso, non voteremmo"

Serie A - Inter Milan vs Lazio

Il Var funziona: "Mille interventi e solo l'1% di errori in 210 gare"

Presentata da Nicchi e Rizzoli un'analisti approfondita: solo in 7 casi errore decisivo. E il tempo di consultazione è sceso a 29 secondi

Supervacanze di Natale red carpet anteprima

Figc, si candida Lotito: "Ho 11 voti". Ma la serie A è spaccata

Restano in campo Damiano Tommasi (calciatori), Gravina (Lega Pro) e Sibilia (LND). Il 29 il voto

POR, UEFA CL, Benfica Lissabon vs FC Basel

Calciomercato: arriva Lisandro Lopez e l'Inter punta Rafinha. Il Napoli vuole Verdi

Fatta per l'argentino del Benfica in nerazzurro. La Lazio blinda De Vrij. Due tedeschi per il Milan. Il Chelsea vorrebbe Sarri dopo Conte