Lunedì 16 Ottobre 2017 - 16:00

Caso Yara, test dna che inchioda Bossetti valido, analisi irripetibile

Le motivazioni della sentenza con cui i giudici hanno condannato all'ergastolo il muratore di Mapello

Brescia, Processo d'appello per Massimo Bossetti

Per i giudici della Corte d'Assise d'Appello di Brescia, nonostante sia valida la prova del dna che identifica Massimo Giuseppe Bossetti come l'omicida di Yara Gambirasio, non è possibile eseguire la super perizia chiesta a gran voce dalla difesa e dallo stesso imputato perché il materiale genetico trovato sugli indumenti della ragazzina è esaurito. È quanto emerge dalle motivazioni della sentenza con la quale il collegio presieduto da Enrico Fischetti il 17 luglio scorso ha condannato all'ergastolo il muratore di Mapello per la morte della 13enne scomparsa il 26 novembre 2010 da Brembate di Sopra (Bergamo) e trovata morta tre mesi dopo in un campo di Chignolo d'Isola. Per i giudici, infatti, i rilievi degli avvocati di Bossetti, Claudio Salvagni e Paolo Camporini, a proposito di una violazione "dei principi del contraddittorio e delle ragioni difensive" riguardo alla prova del dna sono "del tutto infondati". Non solo. La Corte d'Assise e d'Appello di Brescia spiega che in ogni caso non sarebbe possibile effettuare un'ulteriore analisi per comparare le tracce trovate su slip e leggings della ragazzina e il Dna di Bossetti perché il campione, utilizzato per fare diversi test, è terminato.

"Quello che è certo, in ogni caso, è che non vi sono più campioni di materiale genetico in misura idonea a consentire nuove amplificazioni e tipizzazione (due tecnici di analisi, ndr) - si legge in un passaggio delle motivazioni -; si deve quindi ribadire ancora una volta e con chiarezza che una eventuale perizia, invocata a gran voce dalla difesa e dallo stesso imputato, non consentirebbe nuove amplificazioni e tipizzazioni, ma sarebbe un mero controllo tecnico sul materiale documentale e sull'operato dei Ris (e, quindi la famosa perizia generica sarebbe necessariamente limitata a una mera verifica documentale circa la correttezza del l'operato del Ris e dei consulenti dell'accusa, pubblica e privata)".

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

A hashtag is displayed inside Amazon's Black Friday pop-up space in London

Amazon, black friday a rischio: sciopero 4mila dipendenti a Piacenza

I lavoratori chiedono un miglior trattamento economico. Braccia incrociate da venerdì mattina alla stessa ora di sabato

Funerale Totò Riina a Corleone

Facebook chiede scusa ai Riina: condoglianze rimosse per errore

Dopo la morte del boss sui social erano arrivati post che facevano riferimento al suo spessore criminale

I funerali di Noemi Durini, la sedicenne uccisa dal proprio ragazzo

Femminicidio, 'fenomeno allarmante'. Italiani tre quarti degli assassini

I dati presentati in Commissione dal ministro della Giustizia Orlando. E la maggior parte avvengono tra persone che avevano o hanno un legame affettivo

Camera dei Deputati. Voto finale sul DL Vaccini

Vaccini obbligatori, la Consulta respinge i ricorsi del Veneto: "Decreto legittimo"

Sul giudizio della Consulta pesa il calo della copertura: "Giusto, quindi, passare dalla persuasione all'obbligo"