Mercoledì 23 Novembre 2016 - 14:00

Caso trasferimento Neymar: chiesti per lui 2 anni di carcere

Nel mirino della procura le presunte irregolarità nel passaggio del giocatore dal Santos al Barcellona

Caso trasferimento Neymar: chiesti 2 anni di carcere per l'attaccante

Ancora guai per Neymar relativi al caso del suo trasferimento dal Santos al Barcellona. Il fondo Dis, all'epoca della vendita detentore del 40% del cartellino del brasiliano, ha chiesto all'Audiencia Nacional, la Corte Nazionale spagnola, cinque anni di carcere per il giocatore e i suoi genitori, otto per l'attuale presidente dei blaugrana Bartomeu e otto per l'ex patron Rosell. La Dis reclama, inoltre, un risarcimento tra i 159 e i 195 milioni di risarcimento danni causati dal trasferimento dell'attaccante. Il fondo accusa il club spagnolo di avergli saldato una percentuale di gran lunga inferiore rispetto a quella che gli spettava.

La Procura ha chiesto invece due anni di prigione e 10 milioni di euro di ammenda per Neymar e cinque anni per Rosell, due anni al padre del giocatore, uno alla madre nonché l'archiviazione per Bartomeu per mancanza di prove. Per il Barcellona la richiesta è di una multa di 8,4 milioni di euro, per il Santos di 7 milioni.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Mondiali Russia 2018, il Brasile lascia l'hotel a Kazan

Liverpool, assalto ad Alisson. Inter insiste per Vrsaljko

Offerta record di 70 milioni di euro alla Roma per il portiere della nazionale brasiliana

TOPSHOT-FBL-WC-2018-MATCH63-BEL-ENG

Chelsea "avverte" Real Madrid: Hazard via solo per 225 milioni

Sarebbe il trasferimento più costoso della storia. Il centrocampista belga è legato ai londinesi fino al 2020

Mondiali 2018, Nigeria vs Argentina

Sampaoli lascia la nazionale: rescisso contratto con l'Argentina

All'ex ct dovrebbe essere riconosciuta una buona uscita di 1 milione e mezzo di dollari

FBL-WC-2018-MATCH61-FRA-BEL

Pogba verso l'addio allo United: ipotesi Barcellona

Secondo 'Mundo Deportivo', Raiola avrebbe già incontrato i dirigenti catalani alla Ciutat Deportiva