Mercoledì 23 Novembre 2016 - 14:00

Caso trasferimento Neymar: chiesti per lui 2 anni di carcere

Nel mirino della procura le presunte irregolarità nel passaggio del giocatore dal Santos al Barcellona

Caso trasferimento Neymar: chiesti 2 anni di carcere per l'attaccante

Ancora guai per Neymar relativi al caso del suo trasferimento dal Santos al Barcellona. Il fondo Dis, all'epoca della vendita detentore del 40% del cartellino del brasiliano, ha chiesto all'Audiencia Nacional, la Corte Nazionale spagnola, cinque anni di carcere per il giocatore e i suoi genitori, otto per l'attuale presidente dei blaugrana Bartomeu e otto per l'ex patron Rosell. La Dis reclama, inoltre, un risarcimento tra i 159 e i 195 milioni di risarcimento danni causati dal trasferimento dell'attaccante. Il fondo accusa il club spagnolo di avergli saldato una percentuale di gran lunga inferiore rispetto a quella che gli spettava.

La Procura ha chiesto invece due anni di prigione e 10 milioni di euro di ammenda per Neymar e cinque anni per Rosell, due anni al padre del giocatore, uno alla madre nonché l'archiviazione per Bartomeu per mancanza di prove. Per il Barcellona la richiesta è di una multa di 8,4 milioni di euro, per il Santos di 7 milioni.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Premier League, Chelsea vince e allunga, ko il Leicester

Premier League, Chelsea vince e allunga, ko il Leicester

I Blues portano a otto i punti di vantaggio sull'Arsenal e nove sul Tottenham

Lo sfogo di Prandelli: A Valencia mi sono sentito umiliato

Lo sfogo di Prandelli: A Valencia mi sono sentito umiliato

"Mi hanno chiesto di fare l'allenatore e il dirigente, senza poi darmene la reale possibilità"

Real Madrid - Malaga

Liga, Real Madrid-Malaga 2-1: decide Sergio Ramos

La squadra di Zidane torna a sorridere dopo le ultime due sconfitte

Balotelli accusa i tifosi del Bastia: Razzisti, è una vergogna

Balotelli accusa i tifosi del Bastia: Razzisti, è una vergogna

"E' normale che mi abbiano fatto il verso della scimmia e nessuno della 'commissione disciplinare' dica qualcosa?"