Venerdì 03 Febbraio 2017 - 11:00

Caso Raggi, la sindaca di Roma: Non penso alle dimissioni

Sulla polizza intestatale da Romeo ribadisce: "Non ne sapevo nulla"

Virginia Raggi esce da casa il giorno dopo l'interrogatorio dei Pm

"Mi sento ancora nel M5S e non penso affatto alle dimissioni". Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi lasciando casa all'indomani dell'interrogatorio fiume sulle nomine in Campidoglio. Per oltre otto ore, ieri, Raggi ha parlato, in una caserma all'estrema periferia est di Roma, con il procuratore aggiunto Paolo Ielo e il pm Francesco Dall'Olio, titolari dell'inchiesta a suo carico.

Cuore dell'indagine la nomina di Renato Marra, fratello dell'ex capo del personale del Campidoglio, Raffaele, alla direzione del dipartimento Turismo, e proprio da lì sono partiti i magistrati, che alla sindaca hanno chiesto i dettagli della scelta di quella e altre persone.

E sulla polizza intestatale da Salvatore Romeo, la sindaca ribadisce: "Non ne sapevo nulla, queste polizze possono essere fatte senza informare il beneficiario, non devono essere controfirmate". Un po' come l'ex ministro Scajola come la casa "a sua insaputa" al Colosseo?, le chiedono provocatoriamente i cronisti. "Queste polizze posso essere fatte senza che il beneficiario lo sappia", risponde Raggi.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale