Martedì 12 Gennaio 2016 - 12:00

Caso Quarto, Renzi: Il M5S non ha il monopolio morale

Il presidente del Consiglio tuttavia sottolinea come sia ingiusto addossare una croce a un sindaco giovane che aveva chiesto aiuto

Il presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi

"Un giovane sindaco aveva chiesto un aiuto". Bisogna capire "se qualcuno era a conoscenza e ha preferito tacere, mi sembra ingiusto buttare la croce addosso a lei". Così il presidente del Consiglio Matteo Renzi intervistato da Repubblica Tv, a proposito del caso Quarto, dove il sindaco Rosa Capuozzo "è stata raggiunta da un provvedimento di espulsione dal MoVimento 5 Stelle per grave violazione dei suoi principi. Renzi ha poi proseguito sottolineando come "l'idea che il M5S abbia il monopolio della morale, per noi non e' mai esistita. Ma adesso chiaramente e' venuta meno anche per gli elettori e i militanti dei Cinque stelle". "Io sono per il garantismo più totale, in un Paese civile è un valore costituzionale e costitutivo della sinistra. Ho grande rispetto" per la vicenda Quarto. "Bisogna evitare strumentalizzazioni. Certo il sindaco avrebbe dovuto denunciare ma non è giusto che debba dimettersi ha concluso il presidente del Consiglio.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

ITALY-ACCIDENT-BRIDGE-COLLAPSE

Genova, l'Independent attacca il governo: "Stolte accuse all'Ue"

Editoriale durissimo: "La gang di populisti ha cercato di sfruttare il tragico crollo del ponte a fini politici". La commissione: "Sicurezza spetta a concessionario"

Bari, iniziativa Coldiretti per salvare il grano italiano

Motovedetta italiana salva 170 migranti. Salvini attacca: "Non avvertiti"

Il barcone era nelle acque Sar maltesi ed è stato riaccompagnato dalle motovedette di La Valletta verso quelle italiane. Il ministero degli Interni: "Li riportino a Malta"

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Genova, Burlando: "Alla città servono nuove opere, non si torni indietro"

L'analisi dell'ex ministro dei Trasporti nel governo Prodi e presidente della Regione Liguria dal 2005 al 2015

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Genova, revoca della concessione ad Autostrade. Salvini: "Prima i soldi, poi parliamo". Di Maio: "No, acceleriamo"

Scontro tra i due vicepremier, anche se la Lega assicura: "Piena sintonia". I mercati puniscono Atlantia