Giovedì 21 Gennaio 2016 - 12:15

Caso Litvinenko, Gb: l'omicidio probabilmente approvato da Putin

Indagine britannica attacca il presidente russo per la morte dell'ex agente del Kgb

Litvinenko morente sul letto

Il presidente russo Vladimir Putin ha probabilmente approvato l'omicidio del dissidente Alexander Litvinenko, ucciso a Londra nel 2006. È quanto si legge nelle conclusioni di un'indagine pubblica sulla morte di Litvinenko, rivelate oggi nel Parlamento britannico il giudice Sir Robert Owen. Nella relazione di circa 300 pagine si legge che i due killer, Andrei Lugovoi e Dmitri Kovtun, hanno probabilmente agito sotto la direzione del servizio di intelligence di Mosca, l'Fsb, quando hanno avvelenato il 43enne, ex agente del Kgb, nel Millennium Hotel di Mayfair.

Citando insieme a Putin anche l'allora capo dell'Fsb, Nikolai Patrushev, il giudice Sir Robert ha scritto: "Tenendo in piena considerazione tutte le prove e le analisi per me disponibili ho concluso che l'operazione dell'Fsb per uccidere Litvinenko è stata probabilmente approvata da Patrushev e anche dal presidente Putin".

LUGOVOI: ACCUSE ASSURDE. Il deputato ed ex agente del Kgb Andrei Lugovoi, accusato di essere uno dei killer di Litvinenko nella inchiesta pubblica del Regno Unito le cui conclusioni sono state rivelate oggi, ha respinto le accuse definendole "assurde". "Le accuse contro di me sono assurde. I risultati dell'indagine resi pubblici oggi confermano la posizione antirussa di Londra e la mancanza di desiderio degli inglesi di stabilire la vera causa della morte di Litvinenko", ha detto all'agenzia di stampa Interfax. Litvinenko, ex agente del Kgb poi diventato dissidente, si rifugiò a Londra nel 2000 e qui fu avvelenato in un hotel nel 2006. Nell'indagine britannica diffusa oggi si sostiene che ad avvelenarlo furono gli ex agenti del Kgb divenuti deputait Andrei Lugovoi e Dmitri Kovtun.

 

RUSSIA: INCHIESTA POLITICIZZATA  Condizionata da pregiudizi e opaca. Così il ministero degli Esteri russo, tramite la portavoce Maria Zakharova, definisce l'inchiesta pubblica britannica sull'uccisione dell'ex agente del Kgb Alexander Litvinenko, morto nel 2006 dopo essere stato avvelenato in un hotel di Londra. Mosca fa sapere che la gestione del caso da parte di Londra ha incupito i rapporti bilaterali fra Russia e Regno Unito. "Ci rammarichiamo del fatto che un caso meramente criminale sia stato politicizzato e abbia offuscato l'atmosfera generale dei nostri rapporti bilaterali", ha detto la portavoce.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont sospende l'indipendenza e apre ai negoziati Madrid

Catalogna, carcere ai leader indipendentisti Sanchez e Cuixart

Puigdemont: Sono detenuti politici. Il governatore glissa su indipendenza, ma Rajoy non ci sta

Malta, giornalista uccisa in esplosione auto. Premier: Voglio giustizia

Stava guidando verso Mosta quando l'auto è esplosa, la donna è morta sul colpo

Iraq, le forze di Baghdad prendono il controllo di Kirkuk: via bandiera curda

Iraq, le forze di Baghdad prendono il controllo di Kirkuk: via bandiera curda

I peshmerga: "Il governo pagherà un prezzo alto per aver fatto la guerra al nostro popolo"

Madrid, udienza per il comandante dei Mossos d'Esquadra catalani

Catalogna, procura chiede il carcere per il capo dei Mossos d'Esquadra

Josep Lluis Trapero è indagato per sedizione assieme all'intendente Teresa Laplana