Lunedì 14 Novembre 2016 - 19:30

Caso Fortuna, Pietro Loffredo: Chi l'ha uccisa è ancora fuori

"A commettere l'omicidio non è stato Raimondo Caputo"

Caso Fortuna, Pietro Loffredo: Chi l'ha uccisa è ancora fuori

Orrore ancora una volta al parco Verde di Caivano, in provincia di Napoli. Ci sarebbe infatti un nuovo caso di abusi su minori: questa volta si tratterebbe di una bambina di 4 anni che avrebbe subito violenze da parte di nonno e zio paterno. "I veri colpevoli sono ancora fuori, a commettere l'omicidio di Fortuna non è stato Raimondo Caputo. Rachele Di Domenico e il figlio Claudio nascondono qualcosa", ha detto nel corso di 'Pomeriggio 5' Pietro Loffredo, il padre della piccola Fortuna.

Claudio è l'uomo che dopo Pietro ha avuto una storia e un altro figlio con Domenica Guardato, la mamma di Fortuna. "Ci sono molti motivi per cui avrebbe potuto ucciderla, come discussioni familiari. La polizia sa bene che non è stato Raimondo", ha aggiunto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nuova operazione Carabinieri palazzi Athena Zingonia

Mafia, parla nuovo pentito. Cinque arresti: c'è anche il figlio dell'autista di Riina

Per gli inquirenti è il nuovo "reggente" del mandamento di San Lorenzo ed è accusato di diverse estorsioni

Maltempo a Roma

Meteo, fine settima variabile: vento forte e neve abbondante sulle Alpi

Le temperature saranno altalenanti: in calo sabato, in temporaneo rialzo domenica, torneranno a diminuire ancora nella giornata di lunedì

Salute, brusco aumento dei casi di influenza: in oltre 2 milioni a letto

Non solo la spremuta d'arancia, tutti i rimedi della nonna contro l'influenza

Gli agricoltori svelano i segreti per curare i malanni di stagione

Questura Milano - Arrestati tre italiani per spaccio, detenzione di armi e ricettazione

Dalla droga alla prostituzione, gli italiani spendono 19 miliardi in attività illegali

E il valore è aumentato negli ultimi 4 anni. La Lombardia è la regione con più elevato numero di segnalazioni