Lunedì 21 Novembre 2016 - 17:30

Caso Fortuna, la figlia di Caputo: Mio padre non è un pedofilo

"Credo che Marianna Fabozzi c'entri qualcosa"

Udienza per l'incidente probatorio dell'omicidio Fortuna Loffredo

"So che tipo di persona è mio padre, lui ha fatto tanti sacrifici per la famiglia: forse ha compiuto altri reati, ma non è un pedofilo, non avrebbe mai potuto fare del male a dei bambini. Invece credo che Marianna Fabozzi c'entri qualcosa: credo lo abbia incastrato, perché mio padre voleva lasciarla". E' quanto dichiara a Pomeriggio 5, trasmissione condotta da Barbara D'Urso, Patrizia, la figlia di Raimondo Caputo, principale imputato per la morte di Fortuna Loffredo insieme alla compagna Marianna Fabozzi.

D'Urso ha mostrato anche una lettera indirizzata da Caputo a Patrizia in cui l'uomo professa la sua innocenza e ritenga di essere stato incastrato, dato che lui non avrebbe mai potuto fare del male a dei bambini.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ong, scontro nel governo. Alfano si schiera con Zuccaro. Gentiloni: Grato ai volontari

Ong, scontro governo tra Orlando e Alfano che si schiera con pm

Orlando attacca il ministro degli Esteri: "Distratto quando era agli Interni". Renzi contro M5s e Lega: "Loro cercano voti"

Ragazza genovese trovata morta a Londra: indagini in corso

Ragazza genovese trovata morta a Londra: indagini in corso

L'ipotesi più accreditata dagli inquirenti è un malore

Ucciso a Milano Anis Amri, l'attentatore di Berlino

Terrorismo, espulso cittadino egiziano: legami con Anis Amri

L'uomo, ritenuto 'pericoloso', era già condannato per diversi reati comuni

Papa Francesco in visita al Cairo

Papa: Unico estremismo per credenti è quello della carità

Trentamila fedeli all’Air Defense Stadium del Cairo. Il Pontefice: Vera fede ci porta a difendere i diritti degli altri