Martedì 17 Gennaio 2017 - 11:15

Cucchi, tre carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale

Chiusa l'inchiesta bis. La sorella Ilaria: "Bisogna avere fiducia nella giustizia e resistere, resistere, resistere"

Caso Cucchi, chiusa inchiesta bis: omicidio preterintenzionale per 3 carabinieri

La procura di Roma ha chiuso l'inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi, il giovane romano deceduto nel febbraio del 2009 all'ospedale Pertini, sei giorni dopo essere finito in manette per droga. Dovranno rispondere di omicidio preterintenzionale tre dei cinque carabinieri indagato per il decesso del giovane. L'inchiesta bis era stata aperta nel novembre del 2014. Finora la sua morte era stata senza responsabili: tutti i giudizi in merito hanno portato solo ad assoluzioni. 

Gli altri due carabinieri indagati nell'inchiesta dovranno rispondere a vario titolo di calunnia e falso nel verbale di arresto. Il pm responsabile dell'indagine, Giovanni Musaro', ha ritenuto infondata l'ipotesi della morte per epilessia emersa dalla perizia d'ufficio disposta dal giudice in sede di incidente probatorio.

LEGGI ANCHE Il pm: Ucciso da schiaffi, pugni e calci e omissioni medici

"I carabinieri sono accusati di omicidio, calunnia e falso. Voglio dire a tutti che bisogna resistere, resistere, resistere. Ed avere fiducia nella giustizia". Così Ilaria Cucchi commenta su facebook la richiesta del Pm di Roma che contesta il reato di omicidio preterintenzionale a tre dei carabinieri. Cucchi poi, ringrazia l'avvocato Fabio Anselmo che sta combattendo con lei la battaglia.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Minniti a Napoli per emergenza baby gang

Napoli, Minniti: "Baby gang colpiscono a caso come i terroristi"

Il ministro dell'Interno in prefettura dopo gli ultimi episodi di violenza. "Altri 100 uomini per presidiare le zone frequentate dai giovani"

Milano, incidente sul lavoro in un'azienda metalmeccanica

Milano, incidente sul lavoro in un'azienda metalmeccanica: tre operai morti intossicati

È successo nella fabbrica 'Lamina'. Un altro è gravissimo. Intervenuti i vigili del fuoco e 118

Milano, Esplosione palazzina via Villoresi 78 a sesto san giovanni

Milano, incidente sul lavoro in un'azienda metalmeccanica: due operai morti intossicati

È successo nella fabbrica 'Lamina', in via Rho 9. Intervenuti i vigili del fuoco e 118

Controlli antispaccio della Polizia alle Colonne di San Lorenzo a Milano

Roma, abusava di una studentessa, arrestato il prof di Latino

E' successo al Liceo Massimo (privato) con sede all'Eur. Due mesi di gravi molestie, poi la ragazza si è confidata con i genitori