Martedì 23 Febbraio 2016 - 11:15

Caso Abu Omar, Corte diritti Strasburgo condanna Italia

Viene ritenuta responsabile di aver violato il diritto dell'imam a non subire tortura e trattamenti disumani

Caso Abu Omar, Corte diritti umani Strasburgo condanna Italia

La Corte europea dei diritti umani condanna l'Italia per il caso di Abu Omar, in relazione alla operazione di 'extraordinary rendition' che lo riguardò. L'Italia viene ritenuta responsabile di aver violato il diritto dell'imam a non subire tortura e trattamenti disumani, alla libertà e sicurezza, al rispetto della vita familiare e privata, a una riparazione legale efficace. Lo si apprende da una nota del tribunale. In relazione alla detenzione illegale, si legge, "la Corte ha stabilito che le autorità italiane erano a conoscenza che il querelante fu vittima di una operazione di 'extraordinary rendition', iniziata con il rapimento in Italia e proseguita con il trasferimento all'estero".

 

Nel caso, prosegue, il tribunale ha ritenuto che "il legittimo principio di 'segreto di Stato' sia stato chiaramente applicato dal governo italiano per garantire che i responsabili non dovessero rispondere delle loro azioni. L'indagine e il processo non hanno portato a punizione dei responsabili, cui quindi nei fatti hanno goduto di impunità". Il tribunale ha deciso che "l'Italia debba pagare 70mila europo a Nasr (l'ex imam di Milano, Hassan Mustafa Osama Nasr, ndr) e 15mila euro alla signora Ghali (Nabila Ghali, moglie di Nasr, ndr)" come giusta soddisfazione.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Blitz polizia a Nuneaton: liberi i due ostaggi, nessuna vittima

Il sequestratore sarebbe un ex dipendente della sala da bowling. Per la polizia non è terrorismo

Elezioni Giappone, Shinzo Abe verso la riconferma

Giappone, Abe vince elezioni anticipate nel giorno del tifone Lan

Maggioranza assoluta alla coalizione del governo secondo gli exit poll

Catalogna, Puigdemont: "Il peggior attacco dalla dittatura di Franco"

Dura la reazione del governatore dopo il commissariamento della regione

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Avanza il partito xenofobo Spd che vuole uscire dall'Ue, crollano i socialdemocratici del Cssd