Venerdì 29 Luglio 2016 - 13:15

Carla Gozzi: Marzotto aveva mantenuto la sua autenticità

Intervista all'esperta di moda e volto noto di Real Time sulla scomparsa della stilista

Carla Gozzi: Marta Marzotto aveva mantenuto la sua autenticità

"Non tutti sanno che Marta Marzotto è di Reggio Emilia, che è la città in cui vivo, che ha come caratteristiche la passione, la laboriosità, l'ingegno, e tutte queste caratteristiche molto forti si ritrovano anche in lei". Lo ha dichiarato Carla Gozzi, esperta di moda e volto noto di Real Time, a LaPresse.

"Nel mio percorso l'ho incrociata diverse volte, sia per motivi di lavoro che ad eventi mondani, anche di gala - prosegue Gozzi - e la cosa che più mi è rimasta dentro è che era una donna che ha mantenuto la sua autenticità. Lei è cresciuta in una famiglia umile, poi per la sua carriera di modella è arrivata a Milano. Il suo status si è elevato, ma nonostante abbia frequentato salotti e persone importanti ha sempre mantenuto la sua autenticità, la sua genuinità".

"Sette, otto mesi fa l'ho incontrata a una sfilata ed eravamo vicine di posto - ricorda l'esperta di stile - Marta in quell'occasione ha voluto regalarmi un un bracciale che aveva con sé: è stata molto gentile e il gioiello era davvero di buon gusto".

Il suo look, eclettico e colorato, "rappresentava quel mondo un po' snob (anche se lei non lo era) di fine anni Settanta. I suoi caftani, che indossava sempre, facevano parte di uno stile molto famoso in quel periodo: una delle immagine più popolari di quegli anni è di Talitha, moglie di Paul Getty a Marrakech, che indossa un caftano esotico. Ecco, Marta rappresentava la risposta italiana a tutto questo. Nella sua semplicità, lei indossava quel capo con totale nonchalance".

"Marta era una donna che non cedeva ai compromessi - conclude Gozzi - e oggi non ce ne sono più di questa tipologia e verve. Ci manca e ci mancherà molto anche in futuro".

 

Scritto da 
  • Chiara Dalla Tomasina
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

Morte Corazzin, sindaco San Vito al Tagliamento: "Verità per Rossella"

Parla Antonio Di Bisceglie, primo cittadino del Comune dove viveva la 17enne che, secondo la testimonianza del Angelo Izzo, sarebbe stata rapita e uccisa da un branco di giovani

Vigili del Fuoco controllano la facciata della Biblioteca Civica Centrale

Roma, giù dal cavalcavia dell'A24: morti suicidi due fratelli gemelli

È successo sull'autostrada Roma l'Aquila, subito dopo Tivoli. Avevano 56 anni

Valanga in Valmalenco, morti due scialpinisti

Trento, valanga travolge un gruppo di scialpinisti: recuperati 3 feriti gravi

Mentre salivano in cordata il canalone Breloni, a San Martino di Castrozza, sono stati investiti da una placca di neve staccatasi dalla parete