Domenica 17 Aprile 2016 - 18:30

Carbone (Pd): #Ciaone al "sì", scoppia polemica

Nel giorno del referendum sulle trivelle web infuocato dopo il tweet

Ernesto Carbone

"Prima dicevano quorum. Poi il 40. Poi il 35. Adesso, per loro, l'importante è partecipare #ciaone". E' il testo di un tweet di Ernesto Carbone, deputato della segreteria del Pd, che ha scatenato un fuoco di polemiche in rete. "Dovreste avere più rispetto per chi va a votare. Un uomo delle istituzioni non scrive #ciaone", ribatte un utente. "Toh, sei a piede libero?", scrive un altro, postando i link a un'inchiesta e a una denuncia che riguardarono Carbone nel 2014. "In effetti anche a me elettore Pd e che oggi non ho votato non fa impazzire questa ostentazione", scrive un terzo. "Non riescono proprio ad evitare il ridicolo", è un altro commento. "Ad ottobre tu ed il tuo amichetto fate le valigie #ciaone", scrive un altro alludendo evidentemente al referendum sulla riforma costituzionale. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'arrivo della delegazione M5S arriva in Quirinale per le consultazioni con il Presidente Mattarella.

Di Maio: "Momento storico, nasce la terza repubblica: il leader è il programma". E fa il nome di Conte

L'incontro con Mattarella. Esce raggiante: "E' nata la terza repubblica". Salvini: "Più lavoro, meno tasse. L'Italia al centro"

Elezioni Regionali Valle d'Aosta, giornata di spoglio

Valle d'Aosta, Union Valdotaine in testa al 19,25%, vola la Lega a 17,08%

Spoglio centralizzato. L'affluenza è stata del 65,12%, con 67 mila 146 votanti su 103 mila 117 aventi diritto

Quirinale. Consultazioni

Governo, c'è l'accordo: M5S e Lega al Colle. Europa, scontro con il capogruppo Ppe

Al Quirinale alle 17.30 Di Maio e alle 18 Salvini. Conte verso palazzo Chigi. Scontro con il capogruppo Ppe

Luigi Di Maio presenta la squadra di Governo

Chi è Giuseppe Conte, professore di diritto a Firenze

Era stato indicato per ricoprire l'incarico di ministro della 'Pubblica amministrazione, deburocratizzazione e meritocrazia'