Giovedì 02 Giugno 2016 - 15:45

Carabiniere ucciso in blitz in serra marijuana: arrestato gestore

Il maresciallo era stato ferito ed è morto in seguito a un'operazione antidroga a Marsala

Carabiniere ucciso in blitz in serra marijuana: arrestato gestore

A un giorno dalla morte del maresciallo dei carabinieri Silvio Mirarchi, raggiunto da colpi di arma da fuoco durante un'operazione antidroga nelle campagne di Marsala, i carabinieri del Nucleo investigativo hanno individuato e arrestato il gestore della serra in cui era coltivata una grande piantagione di marijuana, scoperta proprio in seguito all'agguato contro Mirarchi. Si tratta di Francesco D'Arrigo, classe 1962, ritenuto il responsabile della coltivazione di oltre seimila piante di canapa indiana, attualmente sottoposte a sequestro. Un quantitativo che, se immesso nel mercato, avrebbe potuto fruttare oltre 4 milioni di euro. L'uomo è stato condotto alla casa circondariale San Giuliano di Trapani ed è a disposizione dell'autorità giudiziaria. Mirarchi era stato ferito gravemente nella notte di martedì, proprio dopo essersi avvicinato alla serra.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bari, turista americana trovata morta in un b&b con lividi sul collo

Fermo, lite culmina in tragedia: pensionato uccide la moglie con un fucile

Le ha sparato tre colpi al petto, durante un litigio in camera da letto

Presentazione del progetto " Stradeinfesta "

Roma si mobilita per la Casa delle donne: "Non deve chiudere"

A rischio la storica sede di associazioni dei movimenti femministi in via della Lungara. La consigliera M5S Guerini intenderebbe trasformarla in un centro di coordinamento gestito da Roma Capitale

Nella Giornata del Merito raccontiamo l'Italia dei talenti

A Milano il 22 maggio 2018 alle 17, Confcommercio

Prima udienza del processo Mafia Capitale.

Mafia Capitale, 20 nuovi rinvii a giudizio: Buzzi ancora a processo

Alla sbarra anche D'Ausilio, ex capogruppo Pd in Campidoglio all'epoca di Marino