Giovedì 08 Settembre 2016 - 12:00

Grillo: Raggi va avanti, vigileremo. La sindaca: Io non mollo

Di Maio ammette: "Ho sbagliato su Muraro". Taverna, accusata di aver dato la mail 'incriminata' ai media, annuncia querela

Caos M5S, Grillo: Raggi va avanti, noi vigileremo. La sindaca: Io non mollo

"Raggi andrà avanti e noi vigileremo". Grillo scende in campo e sostiene la sindaca di Roma, travolta in questi giorni dalla bufera in Campidoglio.  "Voglio ringraziare quelli che sono stati vicini alla Raggi e l'hanno difesa", ha aggiunto il fondatore del M5S da Nettuno, dove ha partecipato all'ultima tappa del tour in motocicletta di Alessandro Di Battista con Luigi Di Maio. Un momento importante, per mostrare un'unità ribadita anche nel corso della telefonata Grillo-Raggi avvenuta nel pomeriggio. La prima cittadina tiene duro e oggi, a margine della celebrazione per l'8 settembre 1943, dichiara: "Non mollo".

La sindaca, nel frattempo, ha annunciato sul blog di Grillo che Raffaele Marra, suo vice capo di gabinetto, sarà ricollocato in altra posizione. L'annuncio è arrivato sul web, ovviamente: è stato messo in un post scriptum del messaggio della sindaca su www.beppegrillo.it.

"Non è passato giorno senza che ci sia un attacco, un'accusa - ha scritto la prima cittadina nel messaggio online -. Io ho le spalle larghe e non ho paura. Voglio migliorare Roma. Sono stati giorni e notti di lavoro senza sosta. Mi sto dedicando anima e corpo alla città. Siamo dei cittadini chiamati a ricostruire dopo 30 anni di cancrena di un sistema politico corrotto", ha sottolineato la sindaca.

IL CASO MURARO. Il caso Muraro, ha rimarcato Raggi, deve essere giudicato dai magistrati, non dai politici e tantomeno dai giornalisti: "Saranno i pm a decidere se c'è una ipotesi di reato o si va verso una richiesta di archiviazione", ha scritto la sindaca, precisando che al Campidoglio si sta ancora "aspettando di leggere il fascicolo della procura". Per il momento, "non c'è un fatto, un riferimento temporale o un luogo o una circostanza specifica per capire di che si tratta", si legge nel messaggio di Raggi. "Vogliamo leggere le carte - ribadisce la prima cittadina -. Ci auguriamo e chiediamo che arrivino quanto prima", ma "siate certi che nel caso ravvisassimo profili di illiceità, agiremmo di conseguenza. Sconti non ne abbiamo mai fatti a nessuno e continueremo a non farli".

 

BUFERA SU TAVERNA. Questa volta a tornare sul caso Muraro e sulle indagini a suo carico è Paola Taverna, accusata di aver divulgato la mail 'incriminata' inviata a Di Maio. "Allora ho già provveduto a far smentita pubblica a chi si è permesso di dire che sono stata io a passare mail ed sms alla stampa e sono pronta a querelare chiunque lo affermi nuovamente. CHIARO??????

DI MAIO: HO SBAGLIATO. "Ho sbagliato", si difende invece Luigi Di Maio dall'accusa di aver mentito sull'essere a conoscenza della situazione di Muraro, "non l'ho detto a Roberto, a Carla, ad Alessandro e Carlo", gli altri membri del direttorio. "Ho commesso un errore - ammette Di Maio - ho sottovalutato" il contenuto della mail che mi era stata inviata. "L'ho sottovalutato e sono qui a guardarvi negli occhi e a dirvelo. Ma quando c'è stata Mafia Capitale dov'erano i giornalisti? Ora sono tutti diventati degli Sherlock Holmes".

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Presidente Mattarella con il  nuovo Ambasciatore d'Ungheria

Mattarella: Sui migranti si faccia discussione seria. Basta con battute e facezie

Il Capo delo Stato interviene alla Conferenza degli Ambasciatori. "Multipolarismo positiva evoluzione del Dopo Guerra"

Liberalizzazioni.Il governo cede su taxi e farmacie

Approvazione, controllo e sicurezza dei farmaci. Ecco i compiti dell'Ema

L'agenzia europea che aveva sede a Londra: 440 dipendenti e una rete di oltre 4.000 esperti

Mafia Capitale, Grillo cita Impastato: Non sarà mafia, ma è montagna di...

Mafia Capitale, Grillo cita Impastato: Non sarà mafia, ma è montagna di...

"Una banda organizzata di criminali con l'appoggio e la connivenza dei politici ha lucrato sulle spalle e i soldi dei romani. Questa verità è oggi una sentenza"

Paolo Gentiloni al Pirellone di Milano

L'agenzia europea del farmaco a Milano: presentata la candidatura

Paolo Gentiloni al Pirellone con il sindaco Sala: Impegno nazionale e locale per l'Ema. Una grande occasione economica e di prestigio