Martedì 17 Gennaio 2017 - 23:30

Candreva porta l'Inter ai quarti di Coppa Italia, Bologna ko

Il match finisce 3-2 ai supplementari

 Candreva porta l'Inter ai quarti di Coppa Italia, Bologna ko

Un'altra vittoria ma con tanta fatica. Servono i supplementari all'Inter per superare il Bologna negli ottavi di finale di Coppa Italia. Finisce 3-2 Apre le danze Murillo con una rovesciata al 34', raddoppia Palacio al 39', accorcia Dzemaili 4' dopo e Donsah pareggia al 73'. Decisivo il gol di Candreva al 98'. Ai quarti, il 31 gennaio, la sfida con la vincente di Lazio-Genoa.

MURILLO DA CINETECA Pioli cambia cinque giocatori rispetto alla vittoria con il Chievo di sabato sera. C'è Carrizo in porta, in difesa Medel con Murillo. Gagliardini ancora in campo. Davanti Gabigol, Joao Mario ed Eder giostrano alle spalle di Palacio. Turnover più profondo con sei cambi per il Bologna. Da Costa fra i pali al posto di Miranta e Rizzo completa il tridente d'attacco con Di Francesco e Destro. Due squadre sperimentali che in avvio offrono uno spettacolo degno di un riposino sotto il piumone davanti alla tv. La prima occasione con Gabigol (23') che rientra e scaglia un mancino fulmineo controllato da Da Costa in due tempi. Al 34' l'Inter sblocca il risultato con una rovesciata spettacolare di Murillo su angolo da destra di Joao Mario, dopo il trenino dei nerazzurri prima della battuta dalla bandierina per distrarre il Bologna. Poi grande festa con tutta l'Inter tranne Carrizo in cerchio come in un rito propiziatorio. Primo centro in stagione per il difensore colombiano, il terzo in assoluto. Passano sei minuti e Palacio, pescato sul filo del fuorigioco dal solito Joao Mario, trova l'angolino per il 2-0 dopo aver acceso il contropiede. Tutto da rifare per la squadra di Roberto Donadoni. Che al 43' trova il 2-1 veloce con una ripartenza di Di Francesco e un tiro di Dzemaili deviato da Kondogbia in fondo al sacco.

DOPPIO RIBALTONE Al rientro in campo, Palacio sfiora il tris: di pancia, da due passi, consegna praticamente la palla al portiere. Ancora Eder con il mancino, sul fondo. Il Bologna c'è e Palacio respinge un tiro insidioso a stretto giro. Donadoni cerca il pareggio e Mounier subentra a Rizzo. Ancora (66') Gagliardini illumina per Palacio, che impegna Da Costa con un diagonale ribattuto corto. Mentre Masina regala palla a Joao Mario, il cui tiro non impensierisce il portiere. Pioli al 71' mette dentro i titolari Icardi e Candreva per Palacio e Gabigol, mentre Nagy rileva Dzemaili nel Bologna. Che al 73' trova il pari in rimonta con Donsah di testa su un cross al bacio da sinistra di Masina. Non è finita, perché Mounier semina il panico e gli ospiti si esaltano. Inter in bambola, Bologna a cento all'ora. Dall'altra parte, Icardi sbaglia al volo di destro. E Donadoni si gioca la carta Okwonkwo per Destro. Una ciabattata di Kondogbia fa il solletico a Da Costa all'83'. Poi reazione Inter, con Eder che non centra il bersaglio con il destro. Al 90' è 2-2 e servono i supplementari per decidere la qualificata. Brozovic in campo per Eder dopo un'occasione sprecata da Di Francesco. La squadra di Pioli rischia: Medel salva sulla linea su un mancino tagliato del figlio dell'allenatore del Sassuolo. San Siro fischia più di paura che di delusione. Ma al 98' scoppia di gioia: Candreva firma il 3-2 con il sinistro su assist da destra di Icardi. Nel secondo tempo supplementare, il Bologna sembra averne più per un attimo ma poi si riprende, mentre l'Inter va a caccia del poker. Joao Mario sbaglia tutto dopo una magia di Icardi in progressione al 114'. Piangono gli ospiti dopo una partita giocata con il cuore, finisce 3-2 per l'Inter. È ai quarti di Coppa Italia.

Scritto da 
  • Luca Rossi
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bologna - Torino

Serie A, Ljajic risponde a Di Francesco: Bologna-Torino 1-1

Botta e risposta nel giro di cinque minuti nel primo tempo

Inter  - Fiorentina  - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017-18

Inter surclassa Fiorentina. Tris del Milan, pari Bologna e Torino

Il centravanti argentino non è solo il capitano ma il leader incontrastato della partita, ma la Viola non è stata a guardare

Juventus vs Cagliari

Juve fa tris e stronca il Cagliari. Prima volta del var

Le reti di Mandzukic, Dybala e Higuain consentono ai bianconeri di iniziare nel migliore dei modi la rincorsa al settimo scudetto consecutivo

Inter - Roma

La prima volta della Serie A con il Var. Dai gol dubbi ai cartellini

La teconologia sarà impiegata per le situazioni 'da protocollo', cioè gol, rigori, rossi diretti e scambi di identità