Giovedì 11 Agosto 2016 - 07:15

Canada, 'potenziale minaccia terroristica': ucciso sospetto

L'uomo era già stato arresto per aver sostenuto lo Stato islamico sui social

Canada, 'potenziale minaccia terroristica': ucciso sospetto

La polizia canadese ha ucciso un uomo sospetto dopo aver ricevuto "informazioni credibili di una potenziale minaccia terroristica". Lo riportano alcuni canali televisivi locali. Il sospettato è stato ucciso durante un raid della polizia in una cittadina dell'Ontario, riferiscono CTV News e CBC News.

La Royal Canadian Mounted Police (RCMP) ha fatto sapere in un comunicato di aver identificato un uomo che avrebbe potuto minacciare la sicurezza nazionale e preso provvedimenti per garantirla. Al momento non sono stati forniti ulteriori dettagli.

Secondo fonti di intelligence citate da Reuters, il sospetto si chiamava Aaron Driver ed era già arrestato lo scorso anno per aver sostenuto apertamente lo Stato islamico sui social media. Driver, che utilizzava anche l'alias Harun Abdurahman, non era stato accusato di un crimine specifico, ma nel mese di febbraio era stato raggiunto da un 'peace bond', un ordine del tribunale che imponeva dei limiti ai suoi movimenti e lo obbligava a stare lontano da social media e computer e non avere contatti con lo Stato islamico o gruppi militanti simili.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Weinstein è in stato di arresto: incriminato per stupro e abusi sessuali

L'ex magnate dell'industria cinematografica comparirà oggi in un tribunale di Manhattan. Fissata cauzione di 2 milioni di dollari

BULGARIA-EU-SPAIN-POLITICS

Partito Rajoy condannato per corruzione, Ciudadanos chiede nuove elezioni

Caos in Spagna dopo il processo Guertel. E il Psoe presenta una mozione di sfiducia

Canada, bomba in un ristorante indiano: 15 feriti, ricercati due uomini

Paura a Mississauga, in Ontario. Tre persone sono in gravi condizioni

Weinstein si consegna alla polizia di New York: accusato di stupro

L'ex magnate dell'industria cinematografica, accusato di molestie da oltre 100 donne, affronta una possibile incriminazione per reati sessuali