Venerdì 27 Gennaio 2017 - 14:30

Campidoglio, revisore dei conti: L'equilibro del bilancio è precario

"I rischi potenziali che ci sono e che possono verificarsi metterebbero comunque l'ente a rischio", dice Federica Tiezzi 

Campidoglio, il revisore conti: Equilibro c'è ma è precario, da tenere sotto controllo

"In conclusione, questa è la situazione nella quale questo ente si trova: un equilibrio esistente, però comunque precario. Da tenere sotto controllo e da verificare. Anche i vari aspetti critici vanno verificati nella loro particolarità. I problemi delle Partecipate vanno valutati ognuno nella sua specificità. Così come anche il discorso dei punti verdi qualità: per ognuno dei restanti - che sono un grosso problema - va fatto un discorso specifico e singolo. Serve una verifica puntuale di tutti gli elementi fondamentali alla vita di questo ente". Così la presidente dell'Oref, organo di revisione capitolino, Federica Tiezzi, intervenendo in apertura dell'Assemblea Capitolina in merito al bilancio del Comune.

"E' chiaro che, pur essendo il nostro parere favorevole dal momento che l'equilibro sembra essere più realizzato rispetto al precedente bilancio, resta il discorso di tutte le criticità che potete vedere dalle riserve, tuttora presenti nel nostro parere. E' vero che il bilancio presenta un equilibrio, ma, se l'ente non si attiva a trovare degli spazi, i rischi potenziali che ci sono e che possono verificarsi, metterebbero comunque l'ente a rischio". 
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale