Venerdì 16 Dicembre 2016 - 14:45

Campidoglio, arresto di Marra divide M5S

Il capo del personale vicinissimo a Raggi è finito in manette per corruzione

Campidoglio, arresto di Marra divide M5S

Saltano i piani del M5S. L'arresto di Raffaele Marra, vicinissimo alla sindaca Virginia Raggi, ex vice capo di Gabinetto del Campidoglio e ora capo del personale finito in manette con l'accusa di corruzione, sconvolge il mondo Cinquestelle. Salta il flash mob a Siena per Mps, i parlamentari ancora con lo zainetto in spalla vengono raggiunti dalla notizia e commentano a caldo: "Da un movimento che è nato con la volontà di imporre rispetto delle regole, non si può che pretendere che su se stesso sia altrettanto rigoroso". "Se Marra ha sbagliato, paghi". E ancora, Roberto Fico: "Fatto gravissimo". Mentre Beppe Grillo rimane chiuso nell'hotel Forum di Roma, la sindaca di Roma chiede scusa al movimento, a Grillo, ai romani e annuncia che Marra è fuori e l'amministrazione va avanti. Risuonano intanto le parole pronunciate da Grillo sulla vicenda, quando ancora c'erano solo le dimissioni della assessora all'Ambiente Paola Muraro: "Sono problemi che riguardano il Comune di Roma". Ora non più. Le opposizioni in Campidoglio chiedono un passo indietro della sindaca. Matteo Orfini, presidente del Partito democratico, va oltre e dichiara che i vertici M5S "sono corresponsabili politicamente". Ma, soprattutto, è all'interno del movimento che va fatta chiarezza. Quello che sta succedendo in questi giorni rende ancora più evidente la doppia linea presente tra i 5 Stelle. Sarà soprattutto l'ala 'movimentista', vale a dire Paola Taverna, Roberta Lombardi, Roberto Fico, Carla Ruocco, a richiedere un chiarimento interno. Sono loro, i Cinquestelle della prima ora, i 'duri e puri', ad aver sempre fatto presente a Grillo e Casaleggio le 'anomalie' della giunta Raggi. E' a loro che la sindaca e il leader devono una spiegazione.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Migranti soccorsi dalla nave Diciotti della Guardia Costiera italiana sbarcano a Pozzallo

Sbarcati a Pozzallo i 450 migranti. Sì da Spagna e Portogallo. Salvini: "Successo politico"

Oltre Germania, Francia e Malta anche i due paesi iberici prenderanno una quota di persone. Il "no" di Praga. Difficile gestire così i prossimi sbarchi

SPAIN-MIGRANTS-EU-PROACTIVA-OPEN-ARMS

Migranti, Open Arms al largo della Libia. Salvini: "In Italia non ci arrivano"

Un altro tira e molla tra l'Italia e una Ong, dopo la vicenda Lifeline di fine giugno

Presentazione del XVI Rapporto annuale dell’INPS

Dl dignità, governo contro Boeri. Lui ribatte: "I dati non si fanno intimidire"

Il ministro del Lavoro si era scagliato contro le lobby che avrebbero modificato la relazione tecnica sul decreto

Luigi Di Maio ospite di "In Onda"

Decreto dignità, Di Maio: "Relazione modificata da lobby". Mef smentisce

Il ministro del Lavoro contro il numero apparso nella relazione tecnica al decreto