Sabato 13 Agosto 2016 - 13:00

Campania, Galletti: 100 mln da fondo sviluppo

I fondi servono a finanziare la lotta al dissesto franoso, la bonifica delle discariche abusive e dei siti di interesse nazionale

Campania, Galletti: 100 mln da fondo sviluppo e coesione per ambiente

Ammontano a circa 100 milioni di euro le risorse messe in campo dal governo per la Campania nel corso della riunione del Cipe dello scorso pomeriggio a Palazzo Chigi per finanziare la lotta al dissesto franoso, la bonifica delle discariche abusive e dei siti di interesse nazionale e per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici come scuole, ospedali e Asl e edifici pubblici nei Comuni con meno di 15mila abitanti. Un imponente finanziamento arrivato con il via libera alla programmazione 2014-2020 dei Fondi Sviluppo e Coesione destinati all'Ambiente.

"Questa prima ripartizione dei fondi conferma la centralità che il Governo conferisce alla risorsa ambientale e concretizza l'impegno assunto con la Regione Campania attraverso la programmazione delle risorse comunitarie - afferma il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti -. Si tratta di interventi necessari a completare un articolato piano ambientale per il Paese, che rappresenta un impegno fortissimo su settori che consideriamo prioritari per lo sviluppo regionale e nazionale: mi riferisco alla messa in sicurezza del territorio, alle bonifiche dei siti inquinati, alla tutela delle risorse naturali".

"Va sottolineato inoltre che gli interventi per la Campania rappresentano risposte precise a problemi storici come la messa in sicurezza della falda acquifera del Sin Napoli Orientale o i lavori  per la messa in sicurezza del centro storico di Sant'Agata dei Goti", aggiunge Galletti. I settori su cui sono stati individuati Piani Stralcio di interventi prioritari sono le bonifiche dei Sin e delle discariche, la difesa del suolo, la depurazione e la gestione delle acque, i rifiuti, le infrastrutture verdi in parchi e aree marine protette, l'efficienza energetica degli edifici pubblici.

Nel dettaglio si tratta di 41,8 milioni che andranno finanziare dieci interventi necessari a contrastare il dissesto idrogeologico nei Comuni di Sant'Agata dei Goti, Paduli, Durazzano, Rotondi, Ginestra degli Schiavoni, Falciano del Massico, Alife, Vallata e Ailano. A cui si sommano i 14,9 milioni per la bonifica di nove discariche abusive nei Comuni di Andretta, Tocco Claudio, Montefalcone di Valforte, Puglianello, Pescosannita, Sant'Arsenio, Pagani, Ceppaloni e Maddaloni. Sono invece 13,8 i milioni destinati alla messa in sicurezza e bonifica della falda acquifera del Sin Napoli orientale. Inoltre sono previsti finanziamenti pari a 40,7 milioni per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici suddivisi a loro volta in 12,7 milioni per gli edifici scolastici, 12 milioni per gli interventi nelle aziende sanitarie locali e negli ospedali e 16 milioni per la riqualificazione degli edifici pubblici nei Comuni fino a 15mila abitanti.
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Maria Elena Boschi ospite di Otto e Mezzo

Banche, tempesta contro la Boschi. Lei si difende: "Ho detto la verità"

Il presidente Consob Vegas ammette diversi incontri sul tema di Banca Etruria:: "Ma non ci fu pressione"

Milano, Maria Elena Boschi in Duomo alla messa dell'immacolata

Vegas: "Nessuna pressione dalla Boschi". Lei ribadisce: "Non ho mentito e non mi dimetto"

L'audizione del presidente Consob. Diversi incontri, "ma si parlò solo di fatti". Di Maio: "Ha mentito, se ne vada". La ministra: "Non è vero"

Gentiloni a Parigi alla Riunione di Alto livello sulla Forza Congiunta G5 Sahel

Migranti, Gentiloni: "Chiederemo più impegno a tutta famiglia Ue"

Il presidente del Consiglio italiano ha ringraziato i primi ministri dei paesi del gruppo Visegrad per "la loro decisione di finanziare con 36 milioni di euro il Fondo fiduciario dell'Ue per l'Africa

SCHEDA - Ecco il testo della legge sul biotestamento

Otto articoli su consenso informato, terapia del dolore, Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT)