Martedì 18 Aprile 2017 - 09:00

Camorra, traffico di droga dalla Spagna: 30 misure cautelari

Coinvolti diversi elementi di spicco del clan 'Orlando'

Camorra, traffico di droga dalla Spagna: 30 misure cautelari

Maxi operazione anti-camorra nel napoletano. I carabinieri di Castello di Cisterna hanno eseguito 30 misure cautelari a carico di elementi di spicco del clan 'Orlando' per traffico di droga dalla Spagna. Tra Marano, Calvizzano e Quarto, i carabinieri hanno dato esecuzione ai provvedimenti del gip di Napoli basati sulle accuse di associazione a delinquere di tipo mafioso e di estorsione aggravata dal metodo mafioso, traffico di stupefacenti e detenzione di armi da guerra.

Nel corso delle indagini i carabinieri hanno ricostruito la struttura del clan 'Orlando', capeggiato da un latitante, e dimostrato la provenienza dei profitti del sodalizio: estorsioni a imprenditori e controllo diretto di attività commerciali ma, soprattutto, importazione dalla Spagna di ingenti quantità di hashish che venivano redistribuite sulle piazze di spaccio di Marano, Calvizzano e Quarto, con i 'gestori' che pagavano il pizzo al clan. Documentate anche attività di condizionamento nel tessuto politico locale per le quali il 30 dicembre scorso era stato sciolto il comune di Marano per infiltrazioni camorristiche.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Incendio in un appartamento a Napoli nel quartiere Capodimonte

Napoli, continuano le aggressioni delle baby gang: picchiato 16enne

Ancora violenze dopo la rapina con le catene di Pomigliano D'Arco

Avellino, madre e figlio trovati morti in casa a Pietrastornina

Sui loro corpi c'erano evidenti segni di violenza. A trovarli sono stati i carabinieri del paese

Salerno, salvata una tartaruga caretta caretta catturata da un peschereccio

È un esemplare fortemente minacciato. Verrà curata nella Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli

Napoli, accoltella il vicino di casa per una birra negata

La vittima, ricoverata in prognosi riservata, è grave ma non in pericolo di vita