Lunedì 23 Maggio 2016 - 10:30

Camorra, due i match nel mirino: indagato Armando Izzo

Il giocatore è ora in forza al Genoa, dopo un passato con Napoli e Avellino

Armando Izzo

Sarebbe Armando Izzo, oggi in serie A al Genoa, ex di Napoli e Avellino, il contatto tra il clan Vannella Grassi e il mondo del calcio secondo gli inquirenti partenopei che indagano sulla capacità della camorra di influenzare l'andamento di partite di serie B nella stagione 2013-2014. Izzo non è stato raggiunto da alcuna misura cautelare. Attraverso il difensore del Genoa la cosca, attiva nell'area di Scampia, sarebbe riuscita a coinvolgere altre persone che - è l'ipotesi degli inquirenti - avrebbero messo sul tavolo grosse somme con cui corrompere giocatori dell'Avellino influenzando direttamente 2 partite disputate nel maggio 2014. La prima è Modena-Avellino del 17 maggio 2014, finita 1 a 0: per questa sono indagati il capoclan Umberto Accurso e il fratello Antonio, oltre che gli ex calciatori Luca Pini, Francesco Millesi e Maurizio Peccaresi. La seconda è Avellino-Reggina del 25 maggio del 2014, finita 3 a 0: indagato il boss Accurso, Pini, Millesi (che sono stati arrestati) e Armando Izzo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Francavilla, uomo lancia figlia della convivente dal viadotto della A14 e si suicida

A 14, ragazzina giù da viadotto. Si uccide l'uomo che l'ha gettata

Francavilla (Chieti) è il compagno della madre della bambina (12 anni) che è morta. Questa mattina, la donna è volata dalla finestra della loro casa. E' morta all'ospedale. Si teme che l'uomo abbia ucciso madre e figlia

L'Udienza generale del mercoledì di Papa Francesco

La preghiera del Papa: "Riconciliazione in Terra santa e tutto il Medioriente"

Appello anche per il Venezuela: "Si trovi la strada della pace e dell'unità"