Sabato 24 Giugno 2017 - 17:45

Rodotà, Gentiloni alla camera ardente: Merita ricordo del Paese

Le parole di Boldrini: "E' stato un vero privilegio lavorare con lui"

Camera dei Deputati - Camera ardente di Stefano Rodotà

Folla commossa alla camera ardente di Stefano Rodotà allestita a Palazzo Montecitorio. Presenti, tra gli altri, il premier, Paolo Gentiloni, Laura Boldrini e Giorgio Napolitano. Nella sala quattro grandi corone di fiori, da parte del Senato, della Camera, della Presidenza del Consiglio e della Presidenza della Repubblica.
"Ha vissuto una vita dedicata alla libertà e anche a dare il buon esempio a tantissimi giovani che hanno lavorato con lui - ha detto Gentiloni ai cronisti uscendo -. Merita il ricordo di tutto il Paese".

L'ex presidente della Repubblica, arrivato con la moglie Clio, è rimasto nella camera ardente per diverso tempo, anche lui consegnando ai giornalisti qualche parola di ricordo: "Era una bella amicizia. Le nostre posizioni si erano allontanate da tempo, e poi c'è stato il confronto duro sul referendum per la riforma costituzionale. Siamo entrambi di comune accordo sfuggiti a qualsiasi sollecitazione per un incontro diretto tra di noi che rischiava di diventare uno scontro. Bisogna saper preservare le amicizie". "La sua funzione di garante della privacy è rimasta una delle prove più belle della sua vita e che faceva parte del suo universo, quello dei diritti civili".

"Lascia una grande eredità: ha insegnato molto, è stato un uomo delle istituzioni, sempre mettendo i diritti al centro", ha dichiarato Boldrini. "Ho avuto il privilegio di lavorare con lui per la commissione Internet della Camera. E' veramente un grande dolore, è una perdita che non ci aspettavamo, ci saremmo visti martedì prossimo per lavorare con la commissione". 

"E' stata una delle presenze più belle e luminose del secolo. Riusciva a incarnare una quantità di talenti unici, è stata forse la persona che più si è avvicinata al mio ideale di passione per la cultura. E' legato al mio primo voto a diciotto anni", ha detto l'attore Fabrizio Gifuni, anche lui alla camera ardente.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Palazzo Rospigliosi. Convegno "Il Lavoro che cambia"

Bonus giovani, Poletti: "Clausola anti-licenziamenti"

Non ancora definito se gli incentivi assunzione saranno destinati solo agli under 29

Nuovo rimpasto in Campidoglio, via Mazzillo: da Livorno arriva Lemmetti al Bilancio

Raggi cambia giunta: via Mazzillo, arriva Lemmetti al Bilancio

Raggi cambia ancora e ha scelto l'assessore della giunta Nogarin che oggi si è dimesso

Cadaveri di tre alpinisti segnalati sul Monte Bianco

Cadaveri di tre alpinisti segnalati sul Monte Bianco

Non  si esclude che possa trattarsi di un incidente avvenuto in tempi  non recenti

Vitalizi, Zanda: "Pd non ha nessuna intenzione di insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

Vitalizi, Zanda: "Pd non vuole insabbiare ddl". M5S: "Ipocrita"

I pentastellati attaccano: "E' d'accordo il collega Sposetti nell'affossare il testo, ma non può dirlo apertamente"