Domenica 25 Settembre 2016 - 14:45

Serie A, Totti non basta, super Toro stende 3-1 la Roma

La Roma in trasferta continua a fare grande fatica. I giallorossi cadono 3-1 all'Olimpico di Torino

Il Torino stende la Roma 3 a 1

La Roma in trasferta continua a fare grande fatica. I giallorossi cadono 3-1 all'Olimpico nel lunch match della sesta giornata di Serie A contro un Torino trascinato da Belotti, rientrato dal 1' dopo l'infortunio e subito a segno con il quinto gol in campionato, e dalla doppietta dell'ex di turno Iago Falque, che ha messo in cassaforte i tre punti per i granata a metà ripresa dopo che Totti su rigore aveva momentaneamente accorciato le distanze festeggiando il traguardo delle 250 reti in Serie A. Per la squadra di Mihajlovic dopo i due pareggi a reti bianche con Empoli e Pescara la vittoria sulla Roma può rappresentare la svolta di una stagione iniziata sotto traccia.

Mihajlovic rilancia Belotti dall'inizio. Accanto a lui Boye e Iago Falque. A centrocampo spazio a Obi, Benassi e Valdifiori. Dall'altra parte Spalletti disegna un 4-2-3-1 con Dzeko unico terminale offensivo supportato da Sala, Nainggolan e Perotti. La gara è avvincente fin dai primissimi minuti di gioco. Dzeko approfitta di un'incomprensione tra Rossettini e Castan, Hart salva tutto uscendo dai pali e anticipando il bosniaco. Un  minuto dopo l'Olimpico trema sulla botta da fuori area di Nainggolan. Palla a lato di un soffio. Sul fronte opposto alla prima occasione i padroni di casa passano in vantaggio: Szczesny non è perfetto sul tentativo di Iago Falque, la palla finisce a Obi che crossa dalla sinistra sul palo opposto per Belotti che anticipa tutti di testa portando avanti il Torino. La Roma non accusa il colpo (Dzeko da due passi 'cicca' il pallone) ma dietro si sbilancia fin troppo rischiando il 2-0 al 13': Belotti lavora bene e serve Iago Falque in area. Lo spagnolo calcia di prima intenzione colpendo il palo a Szczesny battuto. Dopo i primi venti minuti giocati su ritmi elevatissimi le due squadre si riorganizzano in campo. La Roma punge nuovamente al 28': cross rasoterra di Florenzi dalla destra e tiro di prima di Dzeko bloccato in due tempi da Hart. Quattro minuti dopo l'ex Bruno Peres parte palla al piede e tenta la soluzione da fuori area. Il tiro a giro di destro non crea problemi al portiere granata. I padroni di casa tengono bene il campo e quando ne hanno occasione ripartono bene in contropiede: al 40' Boye si invola per vie centrali, serve in corsa Belotti che trova la pronta opposizione di Szczesny.

Nella ripresa Spalletti si gioca subito la carta Totti. Dzeko al 3' di testa impegna Hart sul cross di Perotti, ma qualche minuto dopo è il Torino a trovare il raddoppio con Iago Falque, su rigore, dopo un fallo ingenuo di Bruno Peres su uno scatenato Belotti. La Roma non ci sta e torna subito in gioco accorciando le distanze al 10', sempre dal dischetto, con la rete numero 250 in Serie A di Francesco Totti. La difesa giallorossa però continuare a essere degna di un film horror e al 20' il Torino affonda ancora. I granata recuperano palla a centrocampo, la palla finisce a Belotti che serve all'indietro Iago Falque: il tiro dello spagnolo viene 'sporcato' da Fazio e mette fuori causa Szczesny, scavalcato dalla traiettoria per il 3-1 del Toro. Spalletti tenta il tutto per tutto inserendo El Shaarawy al posto di Nainggolan, ma è ancora la squadra di Mihajlovic a sfiorare il quarto gol con Baselli. Nonostante le cinque punte in campo gli ospiti non creano grattacapi ad Hart, anzi nel finale è il Torino ad andare maggiormente vicino al gol con i tentativi di Martinez e Zappacosta. La Roma cade all'Olimpico e rinvia ancora una volta l'appuntamento con il primo successo in trasferta, il Toro festeggia e si gode la coppia Belotti-Iago.

Scritto da 
  • Alberto Zanello
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Partita del Cuore, la sindaca Appendino darà il calcio d'inizio

Partita del Cuore, la sindaca Appendino darà il calcio d'inizio

Con lei anche il presidente del consiglio regionale Mauro Laus. Tutto esaurito allo Stadium

Trentadue anni fa la strage allo stadio Heysel di Bruxelles

Trentadue anni fa la strage allo stadio Heysel di Bruxelles

Durante la sfida di Coppa Campioni Juve-Liverpool: i morti furono 39, dei quali 32 italiani, 4 belgi, 2 francesi e 1 irlandese

Tutto esaurito per la Partita del Cuore 2017 allo Juventus Stadium

Tutto esaurito per la Partita del Cuore 2017 allo Juventus Stadium

Numeri da record per l’evento: sono 41.468 i biglietti venduti per aiutare la ricerca la sera di martedì 30 maggio