Domenica 21 Agosto 2016 - 06:30

Calcio, le pagelle di Juve-Fiorentina: Higuain subito decisivo

L'argentino ci mette 8 minuti per spedire il pallone in rete

Juventus - Fiorentina

Le pagelle di Juventus-Fiorentina 2-1, anticipo della prima giornata di Serie A.
 

JUVENTUS

Buffon 6: Primo tempo vissuto quasi da spettatore, in un paio di occasioni tende ad incartarsi pericolosamente con i piedi. Bucato sull'unico tiro in porta della Fiorentina.

Barzagli 6: Il tempo sembra non passare mai, sempre preciso e puntuale in ogni chiusura.

Bonucci 6: Controlla di fisico Kalinic, prova un paio di lanci dei suoi ma senza fortuna. Non ancora al meglio della condizione.

Chiellini 6.5: Attento in chiusura, da un suo preciso cross di sinistro il gol di Khedira che sblocca la partita.

D. Alves 6.5: Tecnica sopraffina, ma ancora non del tutto padrone degli schemi della Juve soprattutto negli inserimenti. Tocca molti palloni e si cerca spesso con Dybala, d'altronde parlano la stessa lingua dal punto di vista tecnico. Sempre pronto a rimediare agli errori.

Lemina 6,5: Baluardo davanti alla difesa, sempre pronto nelle chiusure. In fase di impostazione si limita un po' troppo al compitino. Cresce nel secondo tempo quando si rende anche pericoloso nel finale con un paio di tiri da fuori area.

Asamoah 6.5: Fisicamente sembra pienamente recuperato, un po' confusionario nelle giocate. E' una spina nel fianco nella retroguardia della Fiorentina, bravo a innescare Khedira in occasione del gol del 2-1.

Khedira 7: Conferma la sua statura di centrocampista di livello mondiale quando il fisico lo assiste. Subito pericoloso quando calcia alto davanti al portiere dopo averne intercettato un rinvio. Perfetto nell'inserimento sul cross di Chiellini in occasione dell'1-0. Nella ripresa cala, non prima di aver provocato con un tiro da centro area respinto il gol del 2-1 di Higuain. (dall'87' Hernanes s.v).

Alex Sandro 5.5: Puntuale negli inserimenti, sbaglia un gol clamoroso nel finale di primo tempo. Colpevole sul gol viola: prima si fa sorprendere da Tello alle spalle e provoca il calcio d'angolo, poi si perde Kalinic sul colpo di testa.

Mandzukic 6: Poco servito dalle fasce è però la solita boa preziosa in mezzo all'area, offre un assist prezioso che Alex Sandro non sfrutta a dovere. Colpito duro da Gonzalo esce a metà ripresa. (dal 66' Higuain 7.5: Ecco perché la Juve ha speso 90 milioni per lui, ci mette 8 minuti per toccare il primo pallone e per spedirlo in rete. Decisivo).

Dybala 6: partita giocata a a sprazzi, nel primo tempo prova un tiro al volo di controbalzo che se fosse entrato sarebbe 'venuto giù' lo stadio. Costretto ad arretrare spesso sulla trequarti per trovare palloni giocabili, un po' troppi ghirigori quando sarebbe servita più concretezza. (dall'84' Evra s.v. entra e per poco da un suo disimpegno maldestro non nasce una azione pericolosa per la Fiorentina).

All. Allegri 6.5: Costretto a rinunciare a Pjanic, l'uomo che nelle sue intenzioni avrebbe dovuto accendere la luce in mezzo al campo, schiera una squadra a propulsione offensiva sulle fasce. Il cantiere è ancora aperto, era importante però partire con il piede giusto.

FIORENTINA

Tatarusanu 5.5: Commette un errore clamoroso in avvio quando serve Khedira con un rinvio sbagliato. Incolpevole sul primo gol, nel finale si riscatta con un paio di parate su Lemina. Disastroso con i piedi.

Tomovic 5.5: In sofferenza sul pressing costante degli attaccanti juventini, tende spesso a pasticciare. Non sempre attento.

Gonzalo Rodriguez 5: Con un retropassaggio ravvicinato mette in difficoltà Tatarusanu che poi sbaglia e serve Khedira. Si fa infilare due volte da Khedira a centro area in occasione dei due gol bianconeri. Randella come un fabbro, graziato dall'arbitro.

Astori 5: Anche lui non si fa trovare pronto sull'inserimento del tedesco in occasione dell'1-0. In precedenza rischia un rigore per un maldestro intervento con il braccio.

Bernardeschi 5: Nel primo tempo si sacrifica in fase di copertura nel tentativo di frenare Alex Sandro, non è il suo ruolo e si vede. Nella ripresa messo sulla trequarti al posto di Chiesa entra più nel vivo del gioco ma è assente in fase offensiva.

Vecino 5.5: Pressing costante, ma è troppo falloso e poco propositivo. Sull'unico inserimento in area calcia alto al volo su assist di Tello.

Badelj 6: L'unico con le idee chiare nelle file viola, piedi delicati e gioca sempre a testa alta. Finisce presto la benzina. (dal 64' Sanchez 5.5: Si piazza davanti alla difesa e pensa più a distruggere che a costruire).

Alonso 5: Spinge poco costretto sulla difensiva dalla posizione molto alta di Dani Alves e da quella di Dybala che spesso gravita dalle sue parti.

Chiesa 5.5: Figlio d'arte al debutto in A, dimostra la giusta sfrontatezza per giocare su certi palcoscenici. Il più attivo dei tre attaccanti viola. Sousa lo toglie nell'intervallo forse per non bruciarlo. (dal 46' Tello 5.5: Si accende solo nel finale quando da una sua iniziativa nasce il calcio d'angolo che porta al momentaneo pareggio di Kalinic).

Ilicic 4.5: Inesistente, tocca pochi palloni e quelli che tocca li sbaglia quasi tutti. (dal 79'  Rossi: s.v.).

Kalinic 6.5: Servito poco e male, duella con Bonucci in area. Alla prima palla buona però fa centro con un colpo di testa su calcio d'angolo.

All. Paulo Sousa 5: Schiera una squadra troppo votata sulla difensiva. Nel primo tempo di fatto la Fiorentina non riesce mai ad uscire dalla sua metà campo. Meglio nella ripresa quando sposta Bernardeschi più nel vivo del gioco.

Arbitro Massa di Imperia 6: Direzione lineare. Qualche dubbio su un tocco di mani di Astori in area viola. Permette un po' troppo il gioco duro, gestione dei cartellini non del tutto chiara.

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Napoli - Fiorentina

Serie A, il Napoli non sa più vincere: è 0-0 con Fiorentina

Poca lucidità degli attaccanti azzurri in fase offensiva bloccati anche da un'ottima Fiorentina

Juventus vs Inter

Juventus-Inter finisce pari, Allegri: "Mancato gol, loro da scudetto"

Finita la partita è tempo di fare autoanalisi. Spalletti: "Grandissimo punto ma potevamo fare di più"

Juventus vs Inter

Cuadrado-Pjanic convincono, Perisic-Icardi in ombra: le pagelle di Juve-Inter

I voti ai giocatori in campo per il derby d'Italia

Juventus vs Inter

Serie A, l'Inter tiene, la Juve non sfonda e recrimina: 0-0 a Torino

Il derby d'Italia finisce in parità: la Juventus non ha vinto e l'Inter non ha perso