Venerdì 11 Novembre 2016 - 10:15

Calcio, l'Argentina schiantata dal Brasile ora rischia il Mondiale

La Seleção ha sbaragliato la nazionale di Messi 3-0

Calcio, Brasile schianta Argentina che ora rischia per il Mondiale

Il superclasico delle Americhe è finito con un risultato inconfutabile: tre gol (a zero) per il Brasile contro l'Argentina. Schiantata la nazionale di Lionel Messi che adesso, con 16 punti, è sesta in classifica, cioè fuori dalla zona qualificazione per i mondiali di Russia. Invece la selezione verdeoro, nelle mani di Tite, sembra davvero inarrestabile e veleggia al comando del girone con 24 punti. Contro l'Argentina hanno segnato Coutinho, ex Inter, Neymar e Paulinho ma è stata tutta la squadra a impressionare. "La qualificazione è ancora lontana, dobbiamo ragionare partita dopo partita", ha detto a fine match Coutinho, uno dei più applauditi. Il Brasile, che tra i pali ha schierato il romanista Alison e in difesa lo juventino Dani Alves (capitano), ha dato subito l'impressione di non avere problemi a disfarsi dell'Argentina, che in attacco ha affiancato Higuain alla Pulce. Per il ct Bauza un'altra serie di critiche feroci e lo spettro di una incredibile debacle mondiale.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Neymar non cede il rigore a Cavani: pioggia di fischi dai tifosi

Proprio quel rigore avrebbe permesso all'uruguaiano di superare Ibrahimovic in testa alla classifica dei migliori cannonieri nella storia del club

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"