Martedì 07 Giugno 2016 - 19:30

Auguri a Pippo Baudo: gli 80 anni dello storico conduttore tv

Laureato in giurisprudenza non eserciterà mai la professione forense, voleva sfondare nel mondo dello spettacolo

Buon compleanno Pippo Baudo: gli 80 anni dello storico conduttore tv

Desiderava lavorare nello spettacolo fin da quando era piccolo e oggi a 80 anni, Pippo Baudo può guardarsi indietro e notare con orgoglio che la sua carriera ha accompagnato la storia del piccolo schermo. Il 7 giugno del 1936 Giuseppe Raimondo Vittorio Baudo nasceva a Militello in Val di Catania, una piccola cittadina che gli ha dato i natali anche artisticamente. Infatti i primi passi su un palco li ha fatti al Cine Teatro Tempio quando intratteneva il pubblico negli intervalli degli spettacoli, suonando anche il piano.

Pippo Baudo oltre a essere un volto storico del piccolo schermo, fautore di programmi di successo, è stato anche uno scopritore di talenti, tra gli altri Beppe Grillo, Loretta Goggi, Heather Parisi, Lorella Cuccarini, Laura Pausini, Andrea Bocelli e Giorgia. Per questo spesso nelle parodie o nelle imitazioni del presentatore gli si fa pronunciare la frase "L'ho inventato io...".
Nel 1991 subì un attacco dinamitardo a casa sua a Santa Tecla in Sicilia, da parte della mafia per le critiche espresse durante una commemorazione del giudice Rocco Chinnini, noto per l'istituzione del 'pool antimafia' e per la sua lotta alla criminalità organizzata.

Da giovane Pippo Baudo segue la via tracciata e voluta dal padre avvocato e si laurea in giurisprudenza, ma non eserciterà mai la professione forense: lui vuole andare a Roma e sfondare nel mondo dello spettacolo. La famiglia sulle prime però non è d'accordo per via dell'incertezza e della precariatà dello show business.

Il suo colpo di fortuna arriva nel 1966 quando la bobina del telefilm 'Rin Tin Tin' non arriva negli studi Rai e l'azienda decide di trasmettere la puntata pilota di 'Settevoci'. I vertici Rai l'avevano giudicata 'intrasmissibile', ma fu invece un successo clamoroso. Così il primo programma tv di Baudo fu messo in produzione e andò in onda la domenica. La carriera del presentatore prende il volo.

Baudo diventa in breve tempo il conduttore più popolare e seguito del piccolo schermo insieme a Mike Bongiorno. Detiene il record di conduzioni del Festival della Canzone italiana di Sanremo con 13 presentazioni. In Rai ha lavorato complessivamente per 54 anni con solo due interruzioni durante le quali lavorò per Mediaset.

Si afferma come una figura storica della televisione italiana accanto a Corrado, Enzo Tortora, Raimondo Vianello e Mike Bongiorno. Baudo va al timone di importati trasmissioni in prima serata, una su tutte è 'Canzonissima' (1972-1973) Il varietà è il suo forte e con lui nasce 'Luna Park', in onda il sabato sera, che ha visto il debutto della soubrette italo-americana Heather Parisi. Poi nel 1979, succedendo a Corrado alla conduzione di 'Domenica In', Baudo arriva alla sua consacrazione portando avanti il programma fino al 1985 per poi riprenderlo negli anni Novanta e nel 2005, per poi lasciare il 'contenitore' domenicale nel 2010.

Non lascia la prima serata del sabato sera della rete ammiraglia, prima chiamata Rete1, poi Rai1, e conduce 'Lotteria Italia' e tre edizioni di 'Fantastico' in cui tiene a battesimo le ballerine Lorella Cuccarini prima e Alessandra Martines dopo. A lui si deve la scoperta di molti talenti, oltre alle ballerine che hanno lavorato al suo fianco, ci sono anche l'attrice Tosca D'Aquino e l'attore Manlio Dovì. Sempre negli anni Ottanta guida tre edizioni di Sanremo e la finale dell'edizione del 1987 registra una media di 17 milioni di spettatori segnando un record ancora imbattuto.

Nel 1987 passa in esclusiva a Fininvest con un contratto di tre anni e conduce 'Festival' insieme a Lorella Cuccarini. La sua permanenza sulla rete privata non ha lunga vita e Baudo decide per diverse contrarietà di rescindere il contratto, pagando una cospicua penale: cedette a Silvio Berlusconi un palazzo nel centro di Roma, attuale sede della Medusa film e del Tg5, (come dichiarato in seguito dallo stesso Baudo).

Torna in Rai e con una nuova edizione di 'Luna park' risolleva la fascia preserale di Rai1, battendo 'La ruota della fortuna' di Mike Bongiorno.
Seguirono altri programmi di successo ('Gran premio', Fantastico '90', 'Partita doppia','Numero uno', 'Papaveri e papaere', 'Mille lire al mese') in cui, di volta in volta, fu affiancato da diversi artisti: Marisa Laurito, Jovanotti, Giorgio Faletti, Giancarlo Magalli. Si aggiungono altre 5 conduzioni del Festival di Sanremo in cui è affiancato da Milly Carlucci, Brigitte Nielsen ed Alba Parietti, Anna Falchi, Claudia Koll, Sabrina Ferilli, Valeria Mazza.

Nel 1997 torna sulle reti della concorrenza Mediaset, ma i suoi programmi sono un flop e iniziano anni critici di Pippo. Lo stesso presentatore ammetterà in seguito di aver passato mesi a non saper cosa fare e a sperare in una telefonata. Nel 1999 è chiamato dalla Rai per un nuovo programma sulla terza rete. Un quiz pomeridiano sugli avvenimenti del 20esimo secolo: piace, registra buoni risultati in termini di share e approda così sul primo canale con il titolo 'Novecento'. Si susseguono altre conduzioni di Sanremo.

E' proprio sul palco Ariston che si registrano alcuni memorabili momenti della sua carriera, come quando uno spettatore minacciava di buttarsi giù dalla balconata del teatro e il suo intervento lui l'ha distolto dall'estremo gesto o quando Roberto Benigni gli ha toccato le parti 'basse' o ancora quando Luciana Littizzetto lo ha baciato sulla bocca. Nel 2007 di nuovo al timone del Festival batte Mike Bongiorno nel numero delle conduzioni. Quell'edizione però è contraddistinta dalle polemiche sugli alti compensi, 750mila euro per Baudo e un milione di euro per Michelle Hunziker. Gli ascolti continuano ad essere buoni e l'anno successivo resta sempre in sella all'Ariston con Piero Chiambretti e con l'edizione del 2008 arriva al primato di 13 conduzioni della kermesse della musica italiana.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Sul Nove la 'lista dei desideri' di Ale&Franz, Múniz e Lamborghini

In onda domani alle 23 la prima puntata del nuovo programma 'Wishlist, il metodo Stinger'

Harry e Meghan annunciano il loro fidanzamento

"Royal time", il matrimonio di Meghan e Harry in diretta su Real Time

In onda sabato 19 maggio dalle 11.30 con Katia Follesa, Enzo Miccio, Mara Maionchi e Giulia Valentina

Milano, presentazione palinsesti SKY

Antonia Klugmann lascia Masterchef: "Voglio dedicarmi al mio ristorante"

La chef triestina dice addio al programma di cucina. Ma ancora non si sa chi prenderà il suo posto

Gangs Matrix database

B Heroes, torna il business talent sul Nove: in gara le migliori startup

Da venerdì 18 maggio alle 23, la gara delle aziende