Giovedì 02 Novembre 2017 - 22:45

Buon compleanno Diabolik, il ladro gentiluomo compie 55 anni

Una nuova raccolta per festeggiare l'amato fumetto

Presentazione della Fiat 500 Diabolika

Tutto merito dei viaggi in treno tra Milano e Saronno. Se Angela Giussani non fosse stata una pendolare delle Ferrovie Nord, il personaggio del ladro, gentiluomo ma all'occorrenza anche spietato, di Diabolik non sarebbe mai nato. Leggendo in treno, sulla via di casa, un romanzo di Fantômas, ha l'ispirazione. E nasce uno dei personaggi più affascinanti e conosciuti del mondo dei fumetti. Atletico, scaltro, sguardo profondo e modi charmant.

Il 1 novembre 1962 esce il primo numero in edicola di Diabolik, con il titolo Il Re del Terrore. La storia, un giallo tendente al noir, però non conquista i lettori. Fiumi di resi tornano a Milano e vengono mandati al macero. Nessuno avrebbe mai pensato che, dopo quel primo numero, di avventure di Diabolik ne sarebbero state pensate e stampate altre 85. E che il ladro gentiluomo sarebbe arrivato - in perfetta forma - fino al suo cinquantacinquesimo compleanno. Con i successivi due numeri, complice anche il formato studiato apposta per i pendolari, in grado di entrare nelle tasche del cappotto, le vendite del fumetto iniziano a farsi interessanti e, insieme al successo, arrivano le prime critiche. Diabolik era troppo cattivo e soprattutto la sua storica e biondissima compagna, Eva Kant, non era sua moglie. Nel fumetto, infatti, compare in un'unica occasione un letto matrimoniale dove la coppia si dirige mano nella mano. Le lettere infuriate dei lettori, dopo quella prima volta, inducono editore e disegnatori a puntare su camere separate. Ma proprio Eva Kant è la chiave del successo del fumetto. Quasi subito Angela e Luciana Giussani, le creatrici del personaggio, decidono che una donna deve comparire al fianco di Diabolik. Non una qualunque, ma una vera partner, in grado di tenere testa al ladro gentiluomo e spesso anche di salvargli la vita o di prendere decisioni cruciali. Una vera coprotagonista, insomma. Compare per la prima volta nell'almanacco del marzo 1963 e da allora la sua presenza e il suo contributo sono stati decisivi nelle avventure del ladro più famoso d'Italia.

Per celebrare i 55 anni di Diabolik, Astorina e Oscar INK mandano in stampa una nuova raccolta: Diabolik fuori dagli schemi, disponibile in anteprima al Lucca Comics and Games. Nelle tavole, i maestri del fumetto rispolverano il mito di Diabolik e gli danno nuova luce.

 

Scritto da 
  • Benedetta Dalla Rovere
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, ultimi preparativi per la Prima della Scala

Scala, oggi la prima con il ritorno dell'Andrea Chénier e Anna Netrebko

La protagonista è Anna Netrebko, considerata da molti una nuova Callas

Attesa a Napoli per la pizza patrimonio immateriale dell'Unesco

Unesco, l'arte della pizza diventa patrimonio dell'umanità

Un riconoscimento a lungo atteso, che premia i pizzaiuoli, il loro lavoro, la loro identità

Miss Mondo 2017 è l'indiana Manushi Chhillar, studentessa di medicina

Il suo sogno è quello di aprire una catena di ospedali per le aree più povere del suo paese

La Guida Michelin 'boccia' Cracco: il ristorante di Milano perde una stella

Tre stelle al St. Hubertus di Norbert Niederkofler a San Cassiano in Val Badia