Venerdì 20 Maggio 2016 - 16:15

Buon compleanno Cher: l'icona gay più amata compie 70 anni

Dalla sua infanzia poverissima al successo planetario, la diva del dance pop ha già un posto nella storia

Buon compleanno Cher: l'icona gay più amata compie 70 anni

Cher compie 70 anni. La diva della musica da decenni, grazie anche a un aiutino della chirurgia estetica, ha ingaggiato una dura battaglia contro il tempo che passa e almeno per ora sembra aver vinto su ogni fronte. Dalla sua infanzia poverissima, al successo planetario con brani che resteranno impressi nella storia della musica come "I Got You Babe" e "The Beat Goes On". A segnare la sua vita, il matrimonio con Sonny Bono durato fino agli anni '70.

Loading the player...

Cher è stata icona di stile per i suoi look eccentrici ed esagerati ed è stata la prima cantante a scoprirsi l'ombelico. Tra alti e bassi, cambi d'abito e di stile, oggi si è trasformata in una delle più amate icone gay. Ma non tutti sanno che, nella sua carriera, oltre ad essere cantante è anche attrice apprezzata e molto premiata. Ha vinto un Oscar per "Stregata dalla luna" ma anche un Golden Globe e una Palma d'oro.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Concerto di Jovanotti nel temporary store allestito in Piazza Gae Aulenti a Milano

Jovanotti e il calcio: "Quale squadra tifo? Sono 'tottiano'"

Il cantante ha ammesso di aver pianto il giorno in cui Francesco Totti ha lasciato il calcio

Festa Bye-bye Bagaglino

È morto il cantante Lando Fiorini: aveva 79 anni

Ultimo interprete della canzone romana, si è spento a Roma

Parigi, l'ultimo omaggio al cantante Johnny Hallyday

L'ultimo saluto a Johnny Hallyday: migliaia sugli Champs Elysées per l''Elvis francese'

La bara bianca del cantante portata in corteo dall'Arco di trionfo a Place de la Concorde

X factor - Live con gli inediti dei concorrenti

X Factor, fuori dalla finale i Ros: gli Higlander di questa edizione

In finale arrivano Enrico Nigiotti, i Maneskin, Lorenzo Licitra e Samuel Storm