Sabato 08 Ottobre 2016 - 12:30

Bufera su Trump: Io vip con donne posso fare quel che voglio

Il candidato ha poi chiesto scusa per le affermazioni del 2005. Ma Clinton attacca: Non sia presidente

Bufera su Trump per frasi sessiste: Se sei vip alle donne puoi fare quello che vuoi

Si tinge di toni sessisti l'ennesimo scandalo della campagna elettorale americana. Spunta una registrazione del 2005 diffusa dal Washington Post in cui  il candidato repubblicano Donald Trump si vanta delle sue conquiste femminili come uomo di potere, parlando delle donne con dichiarazioni pesanti. Al punto che, a un mese dalla scadenza elettorale, il magnate ha dovuto presentare pubbliche scuse, dopo che anche i leader repubblicani hanno biasimato le affermazioni del loro candidato spingendosi a paventare l'ipotesi di un ritiro di Trump dalla competizione elettorale. Il magnate di New York affermava nel video di "subire una automatica attrazione da parte delle belle donne, di iniziare a baciarle come attirato da una calamita, senza resistere". "Quando sei una celebrity - affermava  in una conversazione privata con il presentatore Billy Bush - puoi fare ciò che vuoi con loro, le puoi afferrare dalle parti intime".

Loading the player...

Il candidato conservatore ha chiesto scusa, giustificandosi dicendo che giocava a fare  il magnate. Nella registrazione anche il racconto da parte di Trump della sua "odissea con una donna sposata che avrebbe cercato di portarsi a letto incappando però nel suo rifiuto". Di questa donna parla con toni di disprezzo e di un suo incontro successivo con lei in cui dice di averla trovata cambiata con il seno rifatto. Immediata la reazione di Hillary Clinton, la sua competitor nella corsa presidenziale a stelle e strisce, una delle prime a tuonare contro il tycoon: "Questo è un orrore", dice la Clinton. Trump oggi doveva recarsi in Wisconsin con il portavoce della Camera Usa Paul Ryan che però lo ha invitato a non partecipare all'evento. Ryan si è detto disgustato per le parole del candidato conservatore. E Trump così ha scelto di restare a New York. Anche il leader del Grand Old Party, Reince Preibus è stato duro con Trump. In un video su fb Trump, travolto dallo scandalo, si è scusato: "Ho sbagliato, mi scuso, sono parole dette dieci anni fa". Ma il magnate ha anche citato gli scandali sessuali che videro coinvolto Bill Clinton, ribaltando le accuse: "Bill Clinton ha abusato delle donne e Hillary Clinton ha intimidito e attaccato le sue vittime".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Brexit, May: Rispetteremo la decisione del popolo britannico

Brexit, May: Rispetteremo la decisione del popolo britannico

L'annuncio della portavoce della prima ministra

Referendum, Dijsselbloem: Non cambiano i problemi dell'Italia

Referendum, Dijsselbloem: Non cambiano i problemi dell'Italia

"Che siano affrontati rimane la nostra preoccupazione" dice il presidente dell'Eurogruppo

Referendum su media esteri: Renzi bocciato, per tedeschi esito tragico

Referendum su media esteri: Renzi bocciato, per tedeschi esito tragico

Come viene raccontata la notizia dalla Francia al Regno Unito, dalla Germania agli Stati Uniti

Pierre Moscovici

Referendum, Moscovici (Ue): Toccati da esito, ma l'Italia è solida.

Il ministro tedesco Schaeuble: "Non bisogna parlare di crisi euro, Italia continui su strada di Renzi"