Martedì 26 Aprile 2016 - 11:30

Bruxelles, sorveglianza fratelli Abdeslam finì per carenza mezzi

A riferirlo Le Soir, che cita un dossier di una commissione che indaga sugli attentati del 13 novembre scorso

Bruxelles, sorveglianza fratelli Abdeslam finì per carenza mezzi

Le autorità belghe misero fine nell'aprile 2015 alla sorveglianza dei fratelli Salah e Ibrahim Abdeslam, coinvolti negli attacchi dello scorso novembre a Parigi, per carenza di mezzi. Lo ha riferito Le Soir, citando un dossier di una commissione che indaga sugli attentati del 13 novembre scorso. Secondo l'informativa, diverse carenze hanno fatto sì che i due fratelli siano riusciti a sfuggire alla sorveglianza. Un ispettore di Bruxelles informò la polizia antiterrorismo che i due intendevano trasferirsi in Siria. A inizio 2015 furono interrogati, ma restarono in libertà senza incriminazioni. 

La procura federale intercettò telefonate ed email, ma il loro caso finì nei 'dossier rossi', cioé quelli considerati urgenti ma per cui la sezione antiterrorismo non dispone di mezzi sufficienti. Ci furono riunioni per capire se altre unità avrebbero potuto occuparsene, ma tutte avevano lo stesso problema di non disporre di personale sufficiente, secondo Le Soir. I loro casi furono quindi archiviati il 21 aprile 2015.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Esplosione a Nyc, un arrestato con giubbotto esplosivo. Forse collegato all'Isis

Tra la 42esima strada e la 8th Avenue. Evacuate le linee metro. L'attentatore rimasto ferito da un tubo-bomba

Russian President Vladimir Putin addresses officials of Rostec high-technology state corporation at the Novo-Ogaryovo state residence outside Moscow

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Il presidente ha avuto un colloquio a sorpresa con il suo omologo siriano Bashar al-Assad

Saudi Arabia's King Salman bin Abdulaziz Al Saud presides over a cabinet meeting in Riyadh

Nuova svolta in Arabia Saudita: riaprono i cinema dopo 35 anni

Dopo le donne alla guida, il re Salman decide di riaprire le sale cinematografiche vietate dagli anni '80

Ue-Israele, Mogherini riceve Netanyahu

Gerusalemme, Netanyahu: "È capitale Israele, anche Paesi Ue lo riconosceranno"

Il premier israeliano parla di fronte all'Unione Europea insieme all'alto rappresentante per gli Affari esteri Federica Mogherini