Martedì 22 Marzo 2016 - 12:15

Bruxelles, Mertens: Non ci posso credere, vicino a famiglie vittime

Stop all'allenamento del Belgio, dopo gli attentati a rischio grande classiche di ciclismo

Mertens in azione

"Non ci posso credere! Voglio esprimere il mio sostegno alle famiglie e agli amici delle vittime". Così su Twitter Dries Mertens, attaccante del Napoli e della nazionale belga, commenta nel giorno degli attentati di Bruxelles. Il post è accompagnato dall'hashtag #tousensemble (tutti insieme) e dalla bandiera belga.  La nazionale del Belgio ha annullato l'allenamento odierno per la tragedia di Bruxelles. E' anche in dubbio l'amichevole del 29 marzo contro il Portogallo. Le due federazioni sono in contatto per stabilire quale decisione prendere. 
 

ALLARME CICLISMO. Gli attentati di Bruxelles hanno fatto scattare l'allarme per le grandi classiche del ciclismo. E' stato cancellato l'Attraverso le Fiandre, in programma domani, mentre è in dubbio la Gand-Wevelgen in calendario per il giorno di Pasqua. Il 3 aprile è poi in calendario il Giro delle Fiandre. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

FILE PHOTO: Former Paralympian Oscar Pistorius appears for sentencing for murder of Reeva Steenkamp at the Pretoria High Court

Pistorius, sentenza più che raddoppiata in appello: 13 anni per l'omicidio della fidanzata

L'atleta il 14 febbraio 2013 ha sparato quattro colpi alla modella Reeva Steenkamp. La famiglia della vittima: "C'è giustizia"

Spagna, la policia nacional lascia le città catalane

Barcellona, 34enne italiano morto accoltellato durante una rissa

È deceduto in ospedale, dove era arrivato in stato critico

Isabell e Preble: morire insieme dopo 71 anni di matrimonio

Una storia americana: si sposarono nel 1946, hanno vissuto sempre vicini e se ne sono andati a poche ore di distanza l'uno dall'altra

The Argentine military submarine ARA San Juan and crew are seen leaving the port of Buenos Aires

Sottomarino scomparso: ci fu esplosione in zona ultimo segnale

Un "rumore" era stato registrato circa tre ore dopo l'ultima comunicazione avuta con il mezzo disperso dal 15 novembre