Mercoledì 23 Marzo 2016 - 16:00

Bruxelles, esplosioni in aeroporto a 9 secondi di distanza

Una terza esplosione, ancora più devastante, era stata programmata

Bruxelles, esplosioni in aeroporto a 9 secondi di distanza

Sono avvenute a 9 secondi di distanza le due esplosioni di ieri mattina all'aeroporto di Bruxelles. La prima detonazione è scattata alle 7.58 e 28 secondi. Quella successiva, alle 7.58 e 37 secondi. Lo ha riferito il procuratore federale del Belgio, Frederic van Leeuw nel corso della conferenza stampa.

Una terza esplosione, ancora più devastante, era stata programmata. Il terzo attentatore, infatti, quello che nella immagine delle telecamere di sorveglianza compare sulla destra, ha abbandonato una grossa borsa poco prima delle detonazioni ed è andato via. E' a lui che stanno dando la caccia ora gli investigatori.

Proprio nella sua borsa si trovava la carica esplosiva più consistente. "L'instabilità degli esplosivi ha causato l'esplosione della borsa" subito dopo l'arrivo degli artificieri, ha spiegato il procuratore, ma in questo caso "nessuno è rimasto ferito grazie alla professionalità degli operatori".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Washington: Macron al Congresso Usa

Macron a Congresso Usa: "Sì multilateralismo, mai armi nucleari a Iran"

Il presidente ha rimarcato l'amicizia franco-americana, gli "ideali e valori comuni", ringraziando Trump per il "forte simbolo" dell'invito alla Francia nella "prima visita di Stato"

Vincent Bolloré fermato e interrogato per tangenti in Africa

Francia, Bolloré davanti ai giudici: accusato di corruzione

Il miliardario, primo azionista di Vivendi, avrebbe pagato delle tangenti per concessioni portuali in Africa

Alfie Evans court case

Alfie, bocciato nuovo ricorso dei genitori: no al trasferimento in Italia

La Corte d'appello di Londra non cambia idea: il bimbo, affetto da una malattia neurodegenerativa incurabile non può lasciare il Regno Unito