Venerdì 28 Aprile 2017 - 08:00

Brindisi, arrestato membro Isis vicino ad attentatore di Berlino

Smantellata cellula composta da 11 persone. Espulso anche un 22enne

Anis Amri, l'attentatore di Berlino

Un'operazione antiterrorismo, denominata 'Transito silente', condotta dalla Digos di Brindisi, sotto la direzione della Dda di Lecce e della Procura nazionale antimafia e antiterrorismo, ha portato all'arresto per associazione con finalità di terrorismo internazionale di Nkanga Lutumba, cittadino congolese ventisettenne, residente in Germania e in passato ospite del Centro permanenza per rifugiati di Restinco (BR), ritenuto parte di una cellula salafita operante a Berlino. La Digos ha accertato la totale adesione all'ideologia dello Stato islamico di Nkanga Lutumba e di un altro membro della cellula residente a Berlino, il 22enne marocchino Amri Soufiane, espulso dal territorio italiano. Quest'ultimo, peraltro, è risultato essere in contatto con il Tunisino Anis Amri, autore dell'attentato al mercatino di Natale a Berlino lo scorso 19 dicembre.

Le attività tecniche hanno permesso di riscontrare il loro percorso di radicalizzazione religiosa e la disponibilità al compimento di atti violenti, anche con il sacrificio personale, in diversi scenari operativi. Le indagini - sviluppate con il coordinamento del Servizio centrale antiterrorismo della Dcpp/Ucigos e il supporto del Servizio cooperazione internazionale di polizia, che ha in particolare assicurato il raccordo con le autorità tedesche - hanno consentito di individuare e neutralizzare la cellula, composta da ben 11 membri.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Empoli, donna incinta di quattro settimane muore in ospedale

Era ricoverata da sei giorni per rischio disidratazione, dopo l'ultimo giro di visite la situazione è precipitata

SPAIN-EU-MIGRANTS

Migranti, il campione Nba Marc Gasol: "Ho deciso di aiutare dopo la foto di Aylan"

Il giocatiore di basket era a bordo dell'imbarcazione della Ong Open Arms che ha recuperato Josephine rimasta in mare per 48 ore. "Se ci avessero dato la posizione esatta della zattera avremmo potuto salvare anche il bambino"

Presidio di protesta contro l’abusivismo nel settore dei taxi a Milano

Milano, tassista abusivo violenta giovane cliente: arrestato

La 20enne era uscita da una discoteca ed è stata avvicinata dall'uomo che l'ha violentata in un parcheggio