Sabato 18 Giugno 2016 - 22:45

Dopo morte deputata Cox fronte anti Brexit avanti del 3%

Il 23 giugno si terrà il referendum che deciderà se il Regno Unito uscirà o rimarrà nell'Ue

Brexit, dopo morte deputata Cox fronte 'Remain' in vantaggio del 3%

Un sondaggio Survation condotto per The Mail On Sunday, condotto ieri e oggi a seguito dell'uccisione della deputata Joe Cox, rileva che i britannici favorevoli alla permanenza nell'Unione europea sono al 45% e i pro-Brexit sono al 42%. "Il mio nome è morte ai traditori, libertà per il Regno Unito", ha risposto in tribunale Thomas Mair, l'uomo accusato di aver ucciso la deputata laburista. Joe Cox è morta dopo essere stata aggredita a colpi d'arma da fuoco e accoltellata ed è stata lasciata dall'assalitore in una pozza di sangue. Madre di due figli, 41 anni, Cox era stata eletta nelle ultime elezioni generali del 2015 ed era una sostenitrice della permanenza nell'Ue in vista del referendum sulla Brexit del 23 giugno. L'aggressione secondo un altro testimone è avvenuta al grido di 'Britain first'.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'astronauta Alan L. Bean , pilota del modulo lunare , fotografato durante l 'attività extraveicolare sulla luna - Le foto fu fatta dal comandante Charles Conrad jr.

Addio a Alan Bean, quarto uomo sulla Luna

E' morto in Texas all'età di 86 anni. Partecipò alla missione Apollo 12

Coree, incontro a sorpresa Kim-Moon. Summit con Trump ancora possibile

Si sono riuniti per la seconda volta (la prima era stata il mese scorso) a Panmunjom, villaggio che si trova nella zona demilitarizzata nota come Dmz

Libia, Fayez al-Sarraj parla con i giornalisti a Tripoli

Libia, le milizie: "Abbiamo preso i palazzi del potere a Tripoli"

Gli attivisti sui social riferiscono si tratti delle brigate Halbous, dei rivoluzionari e Ghaniwa. Ma il governo smentisce

Irlanda, domani il paese alle urne per il referendum sull'aborto

Storica svolta in Irlanda: sì al referendum sull'aborto

Il 66,4% degli elettori ha votato a favore dell'abrogazione del divieto costituzionale dell'interruzione volontaria di gravidanza. L'affluenza si è attestata al 64,1%