Mercoledì 06 Settembre 2017 - 14:15

Londra stringe su immigrazione: da Ue solo qualificata

Secondo la premier il fenomeno va controllato per l'impatto che può avere in particolare sulle classi a basso reddito

Yemen war with Saudi Arabia

"Complessivamente l'immigrazione è stata un bene per il Regno Unito, ma ciò che la gente vuole vedere è il controllo di quella immigrazione, questo è ciò che la gente vuole vedere come risultato dell'uscita dall'Unione europea". Così la premier britannica, Theresa May, rispondendo in Parlamento alla domanda di un deputato, che chiedeva dei benefici dell'immigrazione per l'economia del Regno Unito.

May ha aggiunto che il motivo per cui l'immigrazione va controllata è l'impatto che può avere, in particolare sulle classi a basso reddito. Una bozza di piano del governo, filtrata sul Guardian, mostra che il Regno Unito sta prendendo in considerazione misure per introdurre restrizioni all'immigrazione tranne che per i lavoratori Ue più altamente qualificati. 

Il piano di Londra arriva nel giorno in cui l'Unione Europea alla relocation dei richiedenti asilo per ridistribuirli tra Paesi Ue dopo il loro arrivo in Grecia o Italia.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bruxelles, Mark Zuckerberg al parlamento europeo

Facebook, Zuckerberg si scusa all'Ue. "No ingerenze in future elezioni"

Il fondatore del social network al Parlamento europeo. Tajani: "Monitoreremo"

Donald Trump riceve il presidente sudcoreano Moon Jae-in alla Casa Bianca

Nord Corea, Trump: "Possibile un rinvio del vertice con Kim"

L'incontro tra il presidente Usa e il leader nordcoreano è fissato per il 12 giugno a Singapore

Usa, il senato conferma Gina Haspel come direttore della CIA

Dazi, dopo la pace con gli Usa la Cina taglia tariffe su import auto

E intanto si avvicina la data in cui anche l'Unione Europea saprà la decisione di Trump

Siria, sette anni di guerra civile

Iraq, jihadista belga condannato a morte per appartenenza all'Isis

Nella prima udienza presso il tribunale di Baghdad si era dichiarato innocente