Mercoledì 03 Maggio 2017 - 13:15

Brexit, il negoziatore Ue: Il conto per l'uscita non è una tassa

Il ministro per l'uscita dall'Europa, David Davis, ha sottolineato che Londra "non pagherà i 100 miliardi di euro"

Brexit, il negoziatore della Ue: Il Conto per l'uscita non è un castigo o una tassa

La somma che il Regno Unito dovrà pagare per uscire dall'Unione europea "non è un castigo né una tassa" ma risponde alla necessità che Londra rispetti gli impegni che ha assunto. Così il negoziatore della Commissione europea per la Brexit, il francese Michel Barnier. "Sono stati presi degli impegni e si devono rispettare, è una questione di responsabilità", ha detto Barnier in conferenza stampa, presentando le raccomandazioni della Commissione Ue per l'apertura dei negoziati con il Regno Unito.

"Non rispettare i conti è una situazione che potrebbe esplodere", ha detto Barnier, citando i "problemi politici e giuridici" che potrebbero derivare dall'interruzione di progetti e programmi nel cui finanziamento è coinvolto il Regno Unito.
 

Il ministro per la Brexit, David Davis, ha sottolineato che "la Gran Bretagna non pagherà 100 miliardi di euro per lasciare l'Unione europea" rispondendo all'indiscrezione del Financial Times che riferito che Bruxelles si sta preparando a chiedere proprio tale importo a Londra per il divorzio. "Ciò che dobbiamo fare è discutere in dettaglio quali sono i diritti e gli obblighi", ha aggiunto Davis al canale britannico Itv.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Grecia, muore italiano a Zante: rientro salma nel pomeriggio

Grecia, muore italiano a Zante: rientro salma nel pomeriggio

L'ambasciata di Atene è in contatto con la famiglia per prestare la massima assistenza

Brexit, governo May: "Niente visti per viaggiatori Ue in Gb. Ma permessi per lavorare"

Brexit, governo May: "Niente visti per i viaggiatori Ue ma permessi per lavorare"

La libera circolazione rimarrà anche dopo il divorzio, le imprese dovranno chiedere autorizzazioni

Rientra in Italia il re delle slot Corallo, arrestato nel 2016

Rientra in Italia il re delle slot Corallo, arrestato nel 2016

Ritenuto il promotore di un'associazione a delinquere a carattere transnazionale

Usa, Bannon attacca: I suprematisti bianchi sono dei perdenti, un mucchio di clown

Bannon: Suprematisti bianchi sono perdenti, mucchio di clown

Intanto l'ex direttore della Cia attacca Trump: "Causerà un danno duraturo al Paese"