Lunedì 03 Aprile 2017 - 12:00

Brescia, ucciso davanti a una discoteca: arrestato 23enne

Gli investigatori ipotizzano che l'omicidio sia scaturito da un diverbio tra la vittima e l'assassino

Brescia, ucciso davanti a una discoteca: arrestato 23enne

È stato arrestato a Brescia A.A., italiano di 23 anni, per l'omicidio del 21enne colombiano Yaisy Bonilla. Il giovane è morto a seguito di un accoltellamento avvenuto alle 5.45 di ieri, domenica 2 aprile, vicino alla discoteca 'Disco volante' di Brescia. Le indagini, coordinate dalla procura della Repubblica di Brescia e condotte dalla squadra mobile della questura, hanno consentito di individuare l'autore del fatto di sangue. Ieri sera il 23enne italiano è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto, disposto dal pm titolare delle indagini.

Gli investigatori ipotizzano che l'omicidio sia scaturito da un diverbio tra la vittima e l'assassino, che era stato colpito al volto con pugno. L'italiano, armato di coltello, ha affrontato nuovamente il colombiano, colpendolo all'addome. Nel corso dell'interrogatorio reso al pubblico ministero in questura l'indagato ha reso ampia confessione e dopo le formalità di rito è stato portato in carcere a Brescia.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Brennero, controlli della polizia austriaca ad un treno merci

Catania, rimpatriato cittadino marocchino ritenuto pericoloso

Violazione di domicilio, danneggiamento, furto e uso di stupefacenti: Mohamed Belkamoun, di 34 anni è stato rimpatriato

Roma, maltempo con pioggia e nuvole

Nubi e minime in diminuzione: le previsioni del 22 e del 23 agosto

Il caldo comincia ad attenuarsi e le giornate afose si allontanano. Ma nei prossimi giorni le temperature si assesteranno

Terremoto Ischia, geologi: "Allucinanti morti per sisma di questa entità"

"Danni attribuibili alle costruzioni fatiscenti, abusive e realizzate senza alcuna verifica sismica"

Ischia, le casa crollate per il terremoto / VIDEO

Il terremoto di 3.6 ha causato diversi crolli, feriti e danni alle abitazioni