Domenica 17 Gennaio 2016 - 19:00

Brescia sconfigge Cesena 2-1: doppietta di Caracciolo

Le Rondinelle volano al quinto posto in classifica con 38 punti. I romagnoli scivolano invece all'ottavo, fermi a quota 31

L'esultanza finale del Brescia

Il Brescia supera 2-1 il Cesena nel posticipo della 22/a giornata del campionato di Serie B. Un risultato che proietta le Rondinelle al quinto posto in classifica con 38 punti alla pari del Novara. I romagnoli scivolano invece all'ottavo posto, fermi a quota 31.

E dire che il primo tempo si era chiuso con gli ospiti in vantaggio per 1-0, grazie alla rete di Djuric abile a ribadire una corta respinta del portiere. Per le Rondinelle, sfortunato Morosini fermato dalla traversa. Cesena però in dieci per l'espulsione di Molina. Il Brescia ne approfitta e nella ripresa ribalta il risultato prima con il pareggio firmato da Antonio Caracciolo, di testa su calcio d'angolo, poi con il solito Andrea Caracciolo che all'87' firma il 2-1 su rigore. Cesena che chiude in nove per l'espulsione anche di Cascione per proteste. Anzitempo negli spogliatoi anche il tecnico Drago nel finale.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Giro d’Italia U23: a Rubio la quinta tappa. Williams indossa la maglia rosa

Il colombiano chiude davanti al nuovo leader della generale e al kazako Natarov. Lontani gli italiani: Caiati, il migliore, è sedicesimo. Mercoledì la sesta giornata su LaPresse dalle 17:00

ENG, UEFA CL, Manchester City vs FC Liverpool

Da Guardiola 150mila euro per riparare la nave di Proactiva Open Arms

Un gesto importante per sostenere la ong catalana che si occupa di primo soccorso e salvataggi in mare

Calcio a 5, finali scudetto: l'Acqua&Sapone è campione d'Italia

Per gli abruzzesi è il primo tricolore. Battuta, dopo cinque partite e una serie intensissima, la Luparense detentrice del titolo. Sesto scudetto per Edgar Bertoni, che raggiunge Humberto Honorio, capitano dei veneti

Astori, secondo la nuova perizia il giocatore non è morto nel sonno, è stata 'tachiaritmia'

Forse il capitano della Fiorentina si sarebbe salvato se avesse condiviso la camera con qualcuno che poteva dare l'allarme