Martedì 31 Maggio 2016 - 08:45

Brescia, rapine con sequestro di persona: tre arresti

Diversi i colpi messi in atto dai malviventi dal settembre 2014 ad oggi

Brescia, rapine con sequestro di persona: tre arresti

La polizia di Stato di Brescia ha arrestato gli autori di una serie di rapine commesse nel capoluogo bresciano dal settembre 2014 ad oggi. L'attività investigativa ha preso avvio da una rapina avvenuta in un noto supermercato cittadino lo scorso 17 settembre, quando i 3,  bresciani pluripregiudicati, hanno fatto irruzione travisati all'interno dell'esercizio commerciale e, armi in pugno, hanno preso in ostaggio 8 dipendenti rinchiudendoli all'interno di un magazzino. Il bottino della rapina fu di circa 15mila euro.

I malviventi sono stati sottoposti a pedinamenti e intercettazioni, e sono risultati autori di altre rapine perpetrate con lo stesso modus operandi e sempre prendendo in ostaggio i dipendenti degli esercizi derubati. In particolare sono risultati autori della rapina del giugno 2015 presso un noto ristorante di Brescia, di quella dell'ottobre 2015 all'interno di un supermercato e dei altri furti consumati presso vari negozi di articoli sportivi.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caserta, sei stanze della Reggia sequestrate dopo crollo intonaco

Domenica scorsa crollata una parte dell'intonaco del soffitto settecentesco, senza causare feriti

Ryanair strike

Trasporti, venerdì nero per gli aerei. Dopo Ryanair scioperi a catena

Possibili disagi per i passeggeri. Protestano le principali compagnie: da Vueling ad Alitalia

Processo omicidio Piscaglia, in aula il presunto assassino Padre Graziano

Caso Guerrina, condannato padre Gratien ma pena ridotta

In primo grado, il 24 ottobre del 2016, la Corte d'assise di Arezzo lo aveva condannato a 27 anni di reclusione. Il sacerdote: "Giustizia razzista"

FILE PHOTO: The headquarters of the European Medicines Agency (EMA), is seen in London

Ema, Lorenzin: "Se Amsterdam in ritardo verificare se assegnazione ancora valida"

Il ministro della Saluta riporta alcune indiscrezioni da Londra e Bruxelles