Sabato 07 Maggio 2016 - 20:15

Brennero, giornata di guerriglia: 5 arresti, 17 agenti feriti

Alfano chiama Pansa: "Solidarietà e vicinanza" per i 14 poliziotti e i tre carabinieri

Brennero, scontri fra manifestanti e polizia

Scontri fra manifestanti e polizia austriaca e italiana al valico del Brennero, al confine tra Austria e Italia, dove era stata indetta per oggi una manifestazione contro i controlli che Vienna intende avviare alla frontiera per frenare gli arrivi di migranti dall'Italia. Il bilancio a fine giornata è di 9 persone fermate, 5 arresti, 17 feriti tra polizia e carabinieri. La polizia austriaca ha schierato circa 300 agenti, ma nessuno è intervenuto perché gli scontri si sono verificati dal lato italiano del confine.

 

A radunarsi, sotto lo slogan 'Destroy the borders', cioè 'Distruggiamo i confini', è stato un gruppo di circa 500 persone, provenienti sia dall'Italia che da altre parti dell'Europa, principalmente di area anarchica. Ma quella che era cominciata come una manifestazione pacifica è sfociata poi in scontri con gli agenti. 

Come già accaduto, ad esempio, il 1 maggio 2015 a Milano, i manifestanti hanno creato una cortina di fumo, dietro la quale si sono attrezzati prima di iniziare il lancio di pietre e oggetti contro le forze dell'ordine che li ha respinti verso la ferrovia, lanciando lacrimogeni. Qui gli anarchici si sono riorganizzati, bloccando i treni, tra cui lo storico Orient Express e spingendosi sulla statale verso Bolzano e sull'autostrada, prima di essere nuovamente accerchiati. Gli scontri sono terminati intorno alle 18, quando i manifestanti si sono dispersi.

KOMPATSCHER CONDANNA SCONTRI. Severa condanna dei violenti scontri da parte del presidente della provincia di Bolzano, Arno Kompatscher. "Proprio perchè il diritto alla libertà di espressione è un bene inestimabile della nostra società democratica, coloro che oggi al Brennero hanno provocato gli scontri sono da perseguire e punire con tutti i mezzi a disposizione dello stato di diritto", afferma Kompatscher in una nota.

"Tocca ora alla politica e agli Stati europei dimostrare che le divergenze sulle modalità di fronteggiare e gestire l'emergenza profughi vanno superate assieme, nel dialogo e nello spirito europeo della cooperazione, e non invece seguendo altre strade", prosegue il presidente della provincia di Bolzano. "Coloro che provocano il caos e che distruggono con il pretesto della contestazione contro barriere che ancora non esistono - conclude Kompatscher - da noi non devono trovare spazio".

ALFANO CHIAMA PANSA. Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, in serata ha chiamato il capo della polizia, Alessandro Pansa, al quale ha espresso "solidarietà e vicinanza" per i 14 poliziotti e i tre carabinieri rimasti feriti negli scontri. Pansa, a sua volta, ha chiamato il questore di Bolzano, Lucio Carluccio, esprimendo vicinanza agli agenti feriti e congratulandosi per la gestione dell'ordine pubblico.

Il problema della crisi migratoria che affronta l'Unione europea è stato affrontato nelle riunioni di questa settimana che hanno coinvolto il premier Matteo Renzi, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e il presidente dell'Europarlamento Martin Schulz. Renzi ha ribadito in più occasioni, e con particolare determinazione negli ultimi giorni, che "l'Austria non può alzare un muro" alla frontiera perché non esiste nessuna emergenza migratoria e ha lanciato un appello alla responsabilità di tutti i Paesi europei davanti al problema dei rifugiati.

Oggi in riferimento alla questione del muro anti-migranti ha parlato il ministro degli interni austriaco Wolfgang Sobotka a Merano (Bz) per il congresso della Svp: "Se l'Italia fa i suoi compiti, come ha promesso Alfano, non ci sarà bisogno che vengano prese misure al confine" al Brennero e "ci auguriamo che tutti i Paesi mostrino una Europa unita". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

La festa degli indiani Sikh a Brescia

Milano, nozze combinate in Bangladesh a 10 anni: mamma la salva

Il matrimonio organizzato dal padre tra la figlia e un 22enne. Ma la madre ha strappato i passaporti e denunciato il marito

ITALY-LIBYA-EUROPE-MIGRANTS-NGO

Migranti, bimbo nato a bordo nave Aquarius: si chiama 'Miracolo'

Il piccolo è venuto alla luce sull'imbarcazione di ricerca e soccorso gestita da Medici Senza Frontiere e Sos Mediterranee. Lui e la mamma stanno bene

Sole e nuvole ma fa caldo: il meteo del 27 e 28 maggio

Le previsioni del servizio meteorologico dell'aeronautica militare

Roberto Izzo in aula per deporre durante il processo per la strage di Piazza Loggia

Morte Corazzin, sindaco San Vito al Tagliamento: "Verità per Rossella"

Parla Antonio Di Bisceglie, primo cittadino del Comune dove viveva la 17enne che, secondo la testimonianza del Angelo Izzo, sarebbe stata rapita e uccisa da un branco di giovani