Sabato 11 Marzo 2017 - 10:45

Brasile, uccise e fece a pezzi la ex: portiere torna a giocare in Serie C

Bruno Fernandes è accusato di aver rapito e fatto a pezzi la ex compagna e di aver dato il corpo da mangiare ai cani

Brasile, uccise e fece a pezzi la ex: portiere torna a giocare in Serie C

Il Boa Esporte, club che milita nella  Serie C brasiliana, ha annunciato l'ingaggio del portiere Bruno Fernandes de Souza, due settimane dopo l'uscita dal carcere in attesa dell'appello contro una condanna per omicidio. Il 32enne calciatore brasiliano, che non gioca una partita ufficiale da sette anni, ha accettato un contratto di due anni con la squadra dello Stato del Minas Gerais. Fernandes è stato condannato a 22 anni di prigione in primo grado nel 2013 per la presunta partecipazione all'omicidio della sua ex fidanzata Eliza Samudio. Il giocatore è stato rilasciato il 24 febbraio dopo la concessione dell'habeas corpus da parte di un giudice della Corte suprema. In carriera Fernandes ha militato anche nell' Atletico Mineiro, Corinthians e Flamengo. Secondo l'accusa, la giovane era stata rapita, uccisa, fatta a pezzi e il corpo era stato dato da mangiare ai cani.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Tunisia.Rifugiati libici

Libia, 100 migranti chiusi in un tir: sei bimbi e due adulti morti soffocati

Le vittime, secondo quanto riportano le autorità libiche, sono morte a causa dei fumi della benzina

TOPSHOT-FBL-WC-2018-MATCH63-BEL-ENG

Chelsea "avverte" Real Madrid: Hazard via solo per 225 milioni

Sarebbe il trasferimento più costoso della storia. Il centrocampista belga è legato ai londinesi fino al 2020

Thailandia, Musk attacca sub: "Pedofilo". Lui pronto a fare causa

Le accuse dell'ad di Tesla dopo che il sommozzatore ha bocciato la sua offerta di fornire un sottomarino in miniatura per estrarre i calciatori

SUMMIT G8 - IL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI  BILL CLINTON STRINGE LA MANO A VLADIMIR PUTIN

Un leader russo, quattro presidenti Usa: Putin e i rapporti con Washington

Relazioni altalenanti nel bene e nel male, ma mai rapporti duraturi. Ecco i precedenti e la situazione attuale con Trump