Sabato 11 Marzo 2017 - 10:45

Brasile, uccise e fece a pezzi la ex: portiere torna a giocare in Serie C

Bruno Fernandes è accusato di aver rapito e fatto a pezzi la ex compagna e di aver dato il corpo da mangiare ai cani

Brasile, uccise e fece a pezzi la ex: portiere torna a giocare in Serie C

Il Boa Esporte, club che milita nella  Serie C brasiliana, ha annunciato l'ingaggio del portiere Bruno Fernandes de Souza, due settimane dopo l'uscita dal carcere in attesa dell'appello contro una condanna per omicidio. Il 32enne calciatore brasiliano, che non gioca una partita ufficiale da sette anni, ha accettato un contratto di due anni con la squadra dello Stato del Minas Gerais. Fernandes è stato condannato a 22 anni di prigione in primo grado nel 2013 per la presunta partecipazione all'omicidio della sua ex fidanzata Eliza Samudio. Il giocatore è stato rilasciato il 24 febbraio dopo la concessione dell'habeas corpus da parte di un giudice della Corte suprema. In carriera Fernandes ha militato anche nell' Atletico Mineiro, Corinthians e Flamengo. Secondo l'accusa, la giovane era stata rapita, uccisa, fatta a pezzi e il corpo era stato dato da mangiare ai cani.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il presidente Trump alla cerimonia del Gold Medal- Washington

Trump assegna 'Premi per le fake news': vince 'The New York Times'

L'idea del presidente Usa: sul secondo gradino del podio 'ABC News' e al terzo posto ecco la 'CNN'

Medioriente, esercito Israele uccide palestinese sospettato omicidio rabbino

Raid su Jenin. Aveva 22 anni ed era figlio di un militante di Hamas ucciso nella seconda Intifada

Australia, per la prima volta un drone salva la vita a due nuotatori

I giovani in difficoltà dopo esser stati sorpresi da onde alte tre metri

Papa Francesco in visita a Maip

Internet e rock band: così Francesco spiega il Vangelo ai giovani

Bergoglio ai giovani arrivati da tutto il Cile per salutarlo al santuario di Maipù