Giovedì 12 Maggio 2016 - 13:15

Brasile, ok a impeachment: Rousseff scioglie governo

La presidente dovrà lasciare l'incarico e sarà sostituita oggi stesso dall'attuale vicepresidente, Michel Temer

Brasile, il Senato dirà sì all'impeachment di Dilma Rousseff

Il Senato brasiliano ha dichiarato ammissibile il processo di impeachment nei confronti della presidente Dilma Rousseff, che oggi lascia l'incarico per i sei mesi che il processo potrebbe durare, cedendo il posto al vice Michel Temer. Una decisione storica, su cui hanno pesantemente influito la recessione economica e gli scandali corruzione del caso Petrobras, le cui indagini procedono coinvolgendo molti politici. Cinquantacinque senatori si sono pronunciati a favore dell'impeachment, promosso per l'accusa di presunte irregolarità nei conti pubblici, mentre 22 si sono opposti. Il voto del Senato dà la spinta decisiva a oltre 13 anni di governo del Partito dei lavoratori (PT) di sinistra, nato dai movimenti operai e cruciale nel tirar fuori dalla povertà milioni di persone, prima che diversi suoi leader affrontassero accuse di corruzione.

SCIOLTO GOVERNO. La presidente del Brasile, Dilma Rousseff, ha rimosso dall'incarico i ministri del suo governo, dopo che il Senato ha approvato un processo di impeachment nei suoi confronti e deciso di sollevarla dall'incarico. Lo ha reso nuoto un decreto pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. In cima alla lista c'è l'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva, designato ad aprile alla Casa civile ma mai arrivato a ricoprire l'incarico per decisione della Corte suprema, che aveva sospeso la nomina. Il decreto è l'ultimo firmato dalla presidente e ufficializza anche la destituzione dei consiglieri, tra cui Marco Aurelio Garcia, collaboratore di Lula e Rousseff e negli ultimi 13 anni è stato consigliere personale della presidenza per gli Affari internazionali. Nelle prossime ore, Rousseff riceverà notifica ufficiale della decisione del Senato e a quel punto la sua sospensione sarà effettiva. Potrà tornare a ricoprire l'incarico di presidente solo se sarà assolta nel processo che inizierà alla Camera alta. Se sarà invece destituita in modo definitivo, Temer concluderà il suo mandato sino al primo gennaio 2019.

MANIFESTAZIONI NEL PAESE. Subito dopo il voto, il risultato della sessione durata una ventina di ore è stato festeggiato in diversi luoghi del Paese con fuochi d'artificio. Nella notte, invece, i sostenitori di Rousseff che si erano riuniti a Brasilia nella Spianata dei ministeri si erano scontrati con la polizia, lanciando pietre e ricevendo in risposta gas lacrimogeni. Da settimane a Brasilia, San Paolo e nelle altre grandi città del Paese erano in corso proteste, sfociate in vari casi in scontri e disordini. Questo mentre le Olimpiadi di Rio de Janeiro, in programma ad agosto, sono ormai imminenti.

Il procedimento per l'impeachment è iniziato alla Camera bassa a dicembre e sembra improbabile che Rousseff, economista, ex guerrigliera 68enne e prima donna a guidare il Brasile, sia prosciolta in un processo che potrà durare sino a sei mesi. Ieri l'ultimo passo decisivo, con la decisione della Corte suprema di bocciare il ricorso dell'avvocatura di Stato contro il processo. Per condannarla e destituirla in modo definitivo servirà la maggioranza di due terzi al Senato, ma la dimensione della sua sconfitta nel voto di oggi ha reso evidente il poco sostegno che le rimane. L'erede politica dell'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva ha sempre negato ogni colpa e definito l'impeachment un "colpo di Stato".  Rousseff commenta impeachment su Facebook: E' golpe.

"Oggi stiamo tentando di superare questa situazione rimuovendo un governo irresponsabile, non abbiamo alternativa", ha detto in aula il senatore pro-impeachment Blairo Maggi, tra i maggiori produttori di soia del Paese e destinato a diventare ministro dell'Agricoltura del governo Temer. E Temer, 75enne da decenni al Congresso, nella sua presidenza ad interim è destinato ad affrontare la sua maggior sfida nel riportare il gigantesco Paese sudamericano alla calma e alla crescita economica. Il giuramento dei suoi ministri è previsto per oggi, tra le promesse di rimettere in sesto l'economia nazionale, tenere sotto controllo l'inflazione e spingere la crescita. In un momento in cui i brasiliani, sempre più polarizzati, si domandano se le istituzioni che li guidano possano davvero mantenere la loro promessa di stabilità. "Solo grandi riforme potranno impedire al Brasile di passare da una crisi all'altra", ha detto Eduardo Giannetti da Fonseca, economista e autore paulista che ha scritto molto dei problemi socioeconomici del Brasile. E intanto un gruppo di deputati di sinistra, guidato dal PT di Rousseff, ha già annunciato che farà ostruzionismo politico contro i progetti di legge che Temer proporrà, per "impedire qualsiasi passo indietro".

I brasiliani sono preoccupati. Molti, nelle classi più basse, temono che la fine del governo del PT li riporti ai tempi scuri del passato, dopo i grandi passi nell'ultimo decennio. "Dilma ha fatto errori? Certo. Ma il PT ha fatto molto per noi, per il popolo", dice il 63enne Benedito Polongo, guardiano di una impresa a Brasilia che racconta di avere potuto aprire il suo primo conto corrente dopo la salita al potere del partito. "Temo che quelli che arriveranno dopo di loro cancelleranno tutti ciò che è stato fatto per i poveri", aggiunge. Secondo un recente sondaggio Ipsos, citato da Globo, solo il 14% dei brasiliani si dice ottimista sul futuro del Paese: è il dato più basso dal 2005, quando la rilevazione è stata condotta per la prima volta.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Brexit

Brexit, sì del Parlamento Ue all'accordo Londra-Bruxelles

Per Strasburgo l'uscita della Gran Bretagna è "legittima" e l'intesa è sufficiente per aprire la fase due dei negoziati

Un altro successo per Ariane 5. Lanciati nello spazio 4 satelliti Galileo

Sesta missione positiva nel 2017. I satelliti collocati perfettamente. Soddisfazione Avio (che produce i motori a propulsione solida): "Siamo player di riferimento per i lanciatori. Va avanti lo sviluppo del nuovo Vega C"

Members of Palestinian Hamas security forces survey the scene of an explosion in the northern Gaza Strip

Vertice dei Paesi Islamici: "Gerusalemme Est sia capitale della Palestina"

Il summit a Instabul. Israele bombarda postazioni Hamas a Gaza

Republican candidate for U.S. Senate Judge Roy Moore speaks during a campaign rally in Midland City

Alabama, vince Jones: sconfitto Moore, il candidato di Trump

Il repubblicano era uan figura contestata per le accuse di aver molestato delle adolescenti quando aveva 30 anni