Venerdì 13 Maggio 2016 - 07:00

Brasile, Temer giura da presidente: governo senza donne

Con l'impeachment Dilma Rouseff è stata sospesa temporaneamente dal suo incarico: "E' un golpe"

Brasile, Temer giura da presidente senza donne

Il vicepresidente Michel Temer ha giurato e ha assunto ad interim la presidenza del Brasile durante il processo di impeachment della presidente Dilma Rousseff, sospesa dalla carica per 180 giorni. Temer in serata ha presentato parte della sua squadra di governo composta da membri di nove partiti e da nessuna donna.

ROUSSEFF: E' GOLPE. "E' un golpe. Quando un presidente viene sottoposto a impeachment, e non è giusto, si tratta di golpe". Così la presidente del Brasile Dilma Rousseff parlando al Congresso dopo la votazione del Senato di sottoporla a processo.  "Non ho commesso alcun crimine, non ho mai ricevuto denaro illegalmente", ha aggiunto facendo riferimento alle accuse di brogli nel bilancio di governo 2014-2015. Rousseff è stata accusata di aver truccato i conti pubblici nell'anno della sua rielezione, 2014, e nel 2015. La presidente ha sempre negato. Il Senato brasiliano ha dichiarato ammissibile il processo di impeachment nei confronti della presidente 

IMPEACHMENT IN SENATO. Una decisione storica, su cui hanno pesantemente influito la recessione economica e gli scandali corruzione del caso Petrobras, le cui indagini procedono coinvolgendo molti politici. Cinquantacinque senatori si sono pronunciati a favore dell'impeachment, promosso per l'accusa di presunte irregolarità nei conti pubblici, mentre 22 si sono opposti. Il voto del Senato dà la spinta decisiva a oltre 13 anni di governo del Partito dei lavoratori (PT) di sinistra, nato dai movimenti operai e cruciale nel tirar fuori dalla povertà milioni di persone, prima che diversi suoi leader affrontassero accuse di corruzione.

INGIUSTIZIA POLITICA. "Si tratta di un'ingiustizia, un'ingiustizia politica", ha ribadito la presidente brasiliana Dilma Rousseff commentando il processo di impeachment approvato dal Senato. "Nella mia vita ho sofferto il dolore indicibile della tortura, il dolore straziante della malattia e ora soffro, ancora una volta, il dolore indicibile di un'ingiustizia - ha dichiarato - Cosa fa più male in questo momento è l'ingiustizia, è rendersi conto che io sono la vittima di una farsa giuridica e politica".

PRIMA DONNA PRESIDENTE. "Sono orgogliosa di essere stata la prima donna eletta presidente della Repubblica. Ho onorato i voti che le donne mi hanno dato. Donne madri, che vogliono la loro indipendenza, la loro autonomia. E ho cercato di onorare i voti di tutti gli elettori brasiliano", ha sottolineato Rousseff. 

LASCIA GOVERNO. La presidente ha rimosso dall'incarico i ministri del suo governo, dopo che il Senato ha approvato un processo di impeachment nei suoi confronti e deciso di sollevarla dall'incarico. Lo ha reso nuoto un decreto pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. In cima alla lista c'è l'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva, designato ad aprile alla Casa civile ma mai arrivato a ricoprire l'incarico per decisione della Corte suprema, che aveva sospeso la nomina. Rousseff è sospesa per un periodo massimo di sei mesi, in cui si terrà il processo, e sostituita ad interim dal vice Michel Temer.

SOSPENSIONE. Dilma Rousseff ha ricevuta la notifica che le comunica la decisione del Senato di sottoporla a processo di impeachment, per cui è sospesa temporaneamente dal suo incarico. La notifica è stata consegnata dal senatore Vicentinho Alves, primo segretario della Camera alta, nella sede occupata fino ad oggi da Rousseff, il palazzo presidenziale de Planalto, in cui questo pomeriggio si insedierà il vicepresidente, Michel Temer. Dopo aver consegnato il documento a Rousseff, il senatore Alves raggiungerà la residenza ufficiale di Temer, che sarà nominato ufficialmente presidente ad interim del Brasile.

DILMA CONTINUA A LOTTARE. "Continuerò a combattere e a rispondere alle accuse infondate di impeachment e sono sicura che la verità verrà fuori, cioè che sono innocente". Lo ha dichiarato la presidente brasiliana Dilma Rousseff parlando al Congresso dopo l'approvazione del Senato alla messa in accusa per presunte irregolarità nel bilancio di governo.  "Posso aver fatto degli errori ma non ho mai commesso crimini. Quello aperto contro di me, che sono una persona onesta, è un processo fragile, giuridicamente inesistente". 

MOBILITAZIONE PT CONTRO TEMER. Il Partito dei lavoratori (PT) brasiliano ha invocato mobilitazione e resistenza contro il nuovo governo di Michel Temer, definendolo "illegittimo", dopo che il Senato ha dichiarato ammissibile il processo di impeachment nei confronti della presidente Dilma Rousseff. Temer è infatti destinato ad assumere oggi stesso l'incarico lasciato da Rousseff. In un "comunicato al popolo brasiliano", il PT di Rousseff e dell'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva afferma che l'apertura del processo approvata dai senatori "è la continuazione del golpe contro la democrazia e la Costituzione".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Igor interrogato in Spagna: "Accetto di tornare in Italia"

Intanto, è caccia alla rete di complici che hanno concesso a Igor il russo di trasferirsi dall'Italia fino in Spagna

Pakistan, autobomba a Peshawar

Pakistan, attacco in chiesa a Quetta: almeno 8 morti e 45 feriti

Due uomini hanno aperto il fuoco quando la celebrazione della domenica era appena iniziata

Papa Francesco compie 81 anni: torta disegnata dallo street artist Maupal

Come ogni anno, a realizzare il dolce è stata la pasticceria Hedera di Nando e Francesco Ceravolo

Il Pentagono ammette l'esistenza di un programma per cercare gli Ufo

Da anni il programma 'segreto' indaga sulle segnalazioni di oggetti volanti non identificati